Elezioni a Giugliano, trattative serrate per una maxi coalizione civica che può far saltare il banco

La campagna elettorale è entrata nel vivo e come in ogni competizione, non mancano i colpi di scena. Del resto i ribaltamenti nella terza Città della Campania sono all’ordine del giorno.
Se l’inizio della settimana è stato caratterizzato dalla rottura, con conseguente botta e risposta, tra civiche e partiti di centrodestra, il weekend potrebbe essere caratterizzato da grandi novità.

Negli ultimi giorni sono in corso intense trattative tra forze civiche di varia natura politica. L’intento é quella di creare una grande coalizione che vada oltre ai classici partiti tradizionali e che abbia come motto il ringiovanimento della classe politica locale.

Al momento sono 8-9 liste che hanno iniziato già a parlare di questo progetto, tutto ancora in divenire e che potrebbe crescere ulteriormente con altri innesti.

Seduti al tavolo ci sono, come detto in precedenza, i rappresentanti di liste trasversali, di centrodestra e centrosinistra più altre di espressione territoriale o progettuale.

Sono presenti le civiche di centrodestra, che dopo il patto saltato con i partiti, cercano di spostare il loro bacino di voti per avere anche maggiore voce in capitolo, soprattutto sulla scelta del candidato a sindaco.
C’è Luigi Guarino, con in dote le due sue civiche, Cambiamenti di Anna Russo, c’è Alfonso Sequino che si sfilerebbe, insieme ai suoi candidati, da Forza Italia. C’è una lista espressione della fascia costiera. Si è fatta una chiacchierata anche
con il Movimento 5 Stelle e un’altra civica di riferimento grillina, che peró pongono come conditio sine qua non il divieto del coinvolgimento di Nicola Palma nel progetto. Potrebbero aderire al carrozzone eterogeneo di civiche anche due liste
che si sfilerebbero rispettivamente dalle coalizioni di Poziello e centrosinistra.

Insomma, quelli che fino ad oggi erano considerati avversari, potrebbero, quindi, ritrovarsi alleati con un programma condiviso ed un candidato sindaco che metta d’accordo tutti. Quale sia non si sa ancora. Certamente il peso più forte lo detengono le civiche di centrodestra, le quali propendono per il nome di Alfonso Sequino. Bisognerà vedere quali nomi metteranno sul tavolo le altre liste e se quest’ipotesi si concretizzerà.