Scheda fotografata nella cabina a Mugnano e schede strappate a Marano

fotografa scheda

Scheda fotografata nella cabina a Mugnano e schede strappate a Marano. I carabinieri della Compagnia operante hanno riscontrato irregolarità elettorali a Marano e a Mugnano. Nel seggio di Via Murelle, Scuola Media Cirino, una 48enne è stata sorpresa dal presidente di sezione ad effettuare con il proprio cellulare una foto della propria scheda elettorale. Scheda e telefono sono stati sequestrati dai militari della stazione di Mugnano che hanno denunciato la donna.

A Marano nel seggio di Via Marano Pianura, Scuola Torre Caracciolo, un 59enne, dopo essersi registrato per le operazioni di voto, come gesto dimostrativo, senza particolari motivi, ha strappato le schede di voto. Il gesto dell’uomo è stato denunciato  alla Procura di Napoli Nord per le valutazioni di competenza. Le operazioni sono state coordinate dal comandante della Compagnia di Marano Gabriele Lo Conte.

L’ACCUSA DEL CANDIDATO SINDACO DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE

Oggi il candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle, Fausto Agnano, ha accusato il suo avversario Luigi Sarnataro: “Voglio segnalare che questa mattina, il comandante dei carabinieri ha convocato i quattro candidati a sindaco di Mugnano per affrontare il problema dei rappresentati di lista presenti nei seggi allo spoglio per le comunali. Il problema si é posto sopratutto per la coalizione di Sarnataro che, contro ogni logica di prudenza anti-covid, pretende di consentire l’accesso ai singoli seggi dei dieci diversi rappresentati di lista che compongono la sua coalizione che aggiunti agli altri aventi diritto saranno 15 più i sei componenti del seggio“.