Emiliano Sala, le lacrime della sua donna: “Non è stato un incidente ma…”

Emiliano Sala e la fidanzata

Speranze sempre più ridotte di trovare Emiliano Sala vivo. Il 28enne attaccante argentino  era stato acquistato sabato dal Cardiff. Sala era su un aereo da turismo disperso sulle isole del Canale della Manica mentre rientrava in Galles da Nantes. Lì era andato a salutare gli ex compagni di squadra. Le autorità britanniche addette controllo del traffico aereo hanno confermato che il velivolo, un Piper Malibu, è misteriosamente scomparso dai radar la sera del 21 gennaio. Almeno due persone erano a bordo. Oltre al pilota, dunque, c’era anche  Emiliano Sala.

I soccorsi per  Emiliano Sala

Elicotteri e imbarcazioni della Guardia Costiera hanno effettuato le ricerche per 15 ore attorno alla zona del faro di Casquets. Ricerche poi sospese al tramonto e riprese in mattinata. “Difficile ci siano sopravvissuti. Abbiamo trovato oggetti in acqua ma non sappiamo se siano di quell’aereo”, ha detto il capo dei soccorritori John Fitzgerald. Lo sgomento del Cardiff FC in un comunicato: “Siamo scioccati e preghiamo”. Per il Nantes, invece, è arrivata l’ufficialità del rinvio sia della prossima gara di Coppa di Francia che della partita di Ligue 1 contro il Saint-Étienne. Inoltre, iniziative di solidarietà e sostegno alla famiglia sono state organizzate in entrambe le città.

Incidente Emiliano Sala, parla l’ex fidanzata: “Indagate sulla mafia nel calcio”

Le ricerche continuano. Emiliano Sala è ancora disperso e i soccorritori hanno ripreso all’alba l’investigazione in merito a quello che sembra essere un incidente in aereo. Non è della stessa idea l’ex fidanzata, che sui social ha pubblicato un post, poi cancellato dopo pochi minuti. “Indagate sulla mafia del calcio perché non credo ad un incidente”, cita Berenice Schkair

La stessa ha poi speso altre parole nei confronti dell’ex compagno su Instagram: “Non riesco a smettere di pensare a te, Emi. La vita può cambiare in un secondo, siamo polvere in questo universo. Perché succedono queste cose ad un uomo così buono e affascinante, pieno di progetti, gran lavoratore? Per favore investigate, non smettete di cercarlo! Non ci credo che abbiano sospeso le ricerche per il maltempo proprio quando erano stati trovati i primi detriti dell’aereo”.

Emiliano Sala, l’ultimo messaggio audio su WhatsApp: «Papà, che paura che ho»

Il calciatore argentino Emiliano Sala, in un messaggio audio inviato ai suoi amici, aveva espresso preoccupazione per le condizioni del piccolo velivolo a bordo del quale si trovava, successivamente scomparso dai radar a circa 12 chilometri a nord dell’isola di Guernsey, al largo della costa bretone. “Sono qui a bordo dell’aereo che sembra andare in pezzi, e vado a Cardiff”, si sente nel messaggio vocale inviato su WhatsApp e attribuito a Sala, secondo i media locali.

“Se tra un’ora e mezza non hanno nessuna mia notizia, non so se manderanno qualcuno a cercarmi perché non mi troveranno. Papa’! Che paura che ho”, aggiunge il 28enne attaccante argentino di origini italiane.  I soccorritori hanno sospeso le operazioni poiché ritengono che le possibilità di sopravvivenza siano “minime”. Sala era a Nantes per salutare i compagni di squadra prima di imbarcarsi verso Cardiff, dove aveva firmato solo pochi giorni fa per una cifra record.

L’ultimo contatto con i radar subito dopo il decollo, alle 8,30 del mattino di lunedì, poi di lui e del pilota a bordo del Piper Malibu più nessuna traccia. Elicotteri e Guardia Costiera stanno setacciando il tratto di mare intorno alle Channel Islands, il gruppo di isole del canale della Manica dove per ora sono stati trovati solo detriti. Secondo le autorità sono esigue le speranze che i due siano sopravvissuti. Nell’ultimo messaggio vocale, registrato in spagnolo, l’attaccante dice: «Ragazzi, come va? Sono molto stanco. Sono a bordo di un aereo che sembra cadere a pezzi, sto andando a Cardiff e domani mi allenerò con la mia nuova squadra». In un altro messaggio, inviato poco dopo, aggiunge: «Se non avete mie notizie in un’ora e mezza, non so se ci sarà bisogno che mandino qualcuno a cercarmi. Sono spaventato».

Messaggi e preghiere per Emiliano Sala: il post del Napoli per il calciatore scomparso

“Tutte le preghiere della SSC Napoli sono per Emiliano Sala, le persone a bordo dell’aereo e le loro famiglie”, è questo il post di dolore apparso su Twitter del Napoli per il calciatore Emiliano Sala. Messaggio simile anche dalla società inglese del Tottenham.

Le operazioni di ricerca dell’aereo da turismo con a bordo il calciatore argentino di origini italiane, Emiliano Sala, sono state sospese: è quanto annuncia la polizia precisando che le chance di ritrovare dei sopravvissuti sono “minime”. “Non ci aspettiamo di trovare sopravvissuti” ha dichiarato il responsabile di Channel Islands Airsearch, John Fitzgerald, impegnato nella ricerca del Piper con a bordo il calciatore argentino Emiliano Sala, attaccante del Cardiff City, decollato dall’aeroporto francese di Nantes-Atlantique, in direzione di Cardiff e scomparso dai radar intorno alle 21.30 di ieri sera mentre sorvolava la Manica. “Non sappiamo come sia scomparso, è completamente svanito, non c’è stata alcuna conversazione radio”, ha detto Fitzgerald.

Sono disperato, non posso crederci

Aono le parole di Horacio Sala, il padre di Emiliano, il calciatore italo-argentino scomparso nella notte nei cieli della Manica, mentre si trovava a bordo di un aereo da turismo in volo da Nantes a Cardiff. Intervistato da radio Latina, da Rosario, in Argentina, Horacio Sala ha detto che il figlio aveva “tanta speranza, immaginate cosa significhi giocare in Premiere League. Non avrebbe mai pensato di raggiungere quel livello, era una cosa da pazzi”. “Non ho parole, mio figlio è tutto per me. Speriamo che tutto vada a finire per il meglio”, ha aggiunto alla rete C5N. Il padre di tre figli, tra cui Emiliano, aggiunge di non avere particolari notizie riguardo alla scomparsa del Piper. “L’ho appreso dai media. Avevo parlato con lui domenica”.