Ha affidato la sua versione ad un lungo post sui social in cui ha spiegato cosa è accaduto sabato scorso quando su Corso Secondigliano è stato colpito alle gambe. Un post per smentire alcune illazioni e per confermare di aver subito una rapina (leggi l’articolo di InterNapoli). Luigi Peluso, per tutti Gino, titolare della famosissima paninoteca Dog Hot, ha dunque voluto chiarire quanto accaduto intorno alle 14,30 nei pressi del civico 536.

Il post sui social di Gino Peluso

«Tanti stanno dicendo tante cose , ma io voglio rassicurare tutti i miei amici fraterni che mi stanno contattando con la vostra vicinanza le vostre parole che mi emozionano e mi riempiono il cuore di gioia. Vi informo che ringraziando Dio sto bene e non mollo, non è mio carattere farlo. Oggi purtroppo per una mia negligenza perché a Napoli se ti compri qualcosa lo devi tenere custodito e nn devi metterlo ( e io lo so ) ho subito una rapina per l’orologio, in parte finita male perché da come avrete sentito ho avuto dei colpi di pistola alle gambe. Tanti mi dicono ma perché reagire scappare beh perché la dignità di un uomo nn va toccata un uomo che lavora e si suda tutto quel che ha nn va toccato non parlo di valore economico perché quello poi diventa superfluo. Mi è stato risposto e ma ora sei in ospedale con dei fori alle gambe, io vi rispondo si è vero ho avuto la peggio ma la Mia dignità di onesto lavoratore l’ho difesa e nn è stata toccata».

L’articolo precedente: la pista della rapina

Sembrerebbe esserci una rapina finita nel sangue dietro il ferimento di Luigi Peluso avvenuto ieri su Corso Secondigliano intorno alle 14,30 (leggi qui l’articolo). Peluso, titolare della famosissima paninoteca Dog Hot e conosciuto nel quartiere da tutti come ‘Gino’, colpito due volte alle gambe da una persona su cui al momento sono in corso accertamenti. I carabinieri che indagano sulla vicenda escludono al momento ipotesi del regolamento di conti o di episodi legati alla criminalità locale visto che Peluso non ha alcun legame con gruppi malavitosi. La segnalazione alla centrale operativa arrivata poco dopo le 14,30: Peluso, stando alla prima ricostruzione, è stato centrato alle gambe e trasportato d’urgenza all’ospedale Cardarelli. Le sue condizioni non sono gravi ma il 33enne resterà sotto stretta osservazione. La zona dove è avvenuto il ferimento resta comunque sotto la lente degli investigatori: qualche mese fa a pochi metri dal luogo del ferimento di Peluso c’è stata una violenta rapina presso un bar della zona

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.