Quattro colpi in rapida successione che hanno danneggiato, scalfendola, una delle due vetrate blindate della concessionaria “Roby Moto” in via Bernardo Cavallino, all’Arenella. Una chiara intimidazione in chiave racket secondo alcuni investigatori; un messaggio ambiguo e che apre anche ad altre ipotesi secondo altri poliziotti. È successo la scorsa notte. Da quanto emerso nelle primissime ore successive al raid, il proprietario, un imprenditore napoletano di Marianella, ha dichiarato di non avere mai ricevuto minacce di qualsiasi tipo.

L’articolo precedente: spari a Secondigliano

Sembrerebbe esserci una rapina finita nel sangue dietro il ferimento di Luigi Peluso avvenuto ieri su Corso Secondigliano intorno alle 14,30 (leggi qui l’articolo). Peluso, titolare della famosissima paninoteca Dog Hot e conosciuto nel quartiere da tutti come ‘Gino’ è stato colpito due volte alle gambe da una persona su cui al momento sono in corso accertamenti. I carabinieri che indagano sulla vicenda escludono al momento ipotesi del regolamento di conti o di episodi legati alla criminalità locale visto che Peluso non ha alcun legame con gruppi malavitosi. La segnalazione alla centrale operativa era arrivata poco dopo le 14,30: Peluso, stando alla prima ricostruzione, è stato centrato alle gambe e trasportato d’urgenza all’ospedale Cardarelli. Le sue condizioni non sono gravi ma il 33enne resterà sotto stretta osservazione. La zona dove è avvenuto il ferimento resta comunque sotto la lente degli investigatori: qualche mese fa a pochi metri dal luogo del ferimento di Peluso c’è stata una violenta rapina presso un bar della zona.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.