Giugliano, il dato a peggiora giorno dopo giorno: oggi altri 5 contagiati, il totale è 42 casi

cORONAVIRUS GIUGLIANO

E’ arrivato poco fa il bollettino aggiornato alle ore 19 di LUNEDì 6 APRILE  sui casi di contagi da coronavirus a Giugliano. I casi accertati sono 42, quindi 5 in più rispetto a ieri. Peggiora dunque il dato a Giugliano, giorno dopo giorno.

Bonus e buoni spesa per cittadini e commercianti in difficoltà. il Comune di Giugliano ha avviato il bando per ricevere i soldi. Alla terza città della Campania sono stati destinati, in base al decreto Conte, un milione e duecentomila euro da distribuire alle famiglie bisognose sotto forma di buoni spesa da spendere presso i negozi di generi alimentari e di prima necessità presenti in città. Attivata una modulistica per i cittadini e anche per i commercianti che vogliono accettare i buoni spesa. La domanda va presentata agli uffici comunali entro l’otto aprile prossimo.

Il Comune sul suo sito ufficiale invita “i soggetti interessati all’inserimento nell’elenco comunale degli esercizi commerciali disponibili ad accettare i buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e/o prodotti di prima necessità da parte di nuclei familiari in difficoltà, a fornire la propria adesione attraverso apposita manifestazione di interesse secondo il modello allegato da inviare, in carta semplice, al seguente indirizzo protocollo@pec.comune.giugliano.na.it, e saranno immediatamente inseriti nell’elenco degli esercizi accreditati dal Comune di Giugliano in Campania pubblicato sul sito dell’ente”.

Nell’avviso firmato dal dirigente del Settore Servizi Sociali, Salvatore Petirro, si legge: “La scelta dell’esercizio commerciale tra quelli aderenti all’iniziativa ove spendere il buono, è rimesso alla libera scelta dei beneficiari. L’Amministrazione Comunale corrisponderà alla ditta il corrispettivo dovuto dietro presentazione di fattura, il cui ammontare non potrà in alcun modo eccedere l’importo indicato sul singolo coupon o, in caso di fattura cumulativa, dei buoni nominali cui la stessa si riferisce”. L’importo reso disponibile sulla card, buono pasto o altro supporto equivalente, potrà essere utilizzato solo ed esclusivamente per l’acquisto di generi alimentari e/o prodotti di prima necessità. A tal fine ciascun esercente inserito nell’elenco comunale, in sede di rendicontazione, dovrà prestare idonea dichiarazione attestante che gli importi incassati sono relativi alla vendita esclusiva di generi alimentari e/o prodotti di prima necessità. All’esaurimento della disponibilità presente sulla card, buono pasto, ecc., l’esercente dovrà presentare al Comune di Giugliano in Campania tutta la documentazione giustificativa relativa alla spesa totale effettuata da ciascun beneficiario, corredata dalla relativa fattura o documento contabile equivalente.

I requisiti

Possono presentare richiesta di ammissione all’avviso tutti i cittadini residenti nel Comune di Giugliano in Campania. I cittadini extracomunitari che intendono presentare la richiesta devono essere in possesso di titolo di soggiorno valido, oppure, essere in possesso della ricevuta che attesti l’avvenuta presentazione della richiesta di rinnovo del titolo di soggiorno scaduto.
Requisito essenziale di accesso è quindi rappresentato dall’assenza di reddito allo stato attuale. L’elenco dei soggetti ammessi al beneficio sarà formulato applicando il seguente ordine di priorità:
  • I. nuclei non assegnatari di altri benefici pubblici;
  • II. nuclei monogenitoriali privi di reddito;
  • III. nuclei familiari in relazione alla numerosità, con priorità ai nuclei familiari con maggior presenza di minori e/o disabili.
 Le istanze saranno istruite dall’Ufficio Servizi Sociali, che formerà apposito elenco per l’ accesso al beneficio. I buoni spesa verranno erogati per un valore d’acquisto una tantum pari a:
  • € 300,00 per nuclei familiari formati da n° 1/2 persone
  • € 350,00 per nuclei familiari formati da n° 3 persone
  • € 400,00 per nuclei familiari formati da n° 4 persone
  • € 450,00 per nuclei familiari formati da 5 o più persone

 

I numeri da contattare:

– 081 8956704
– 081 8956536
– 081 8956533
– 081 8956703
– 081 8956542
– 081 8956527

Giugliano. Buoni spesa per cittadini e commercianti, requisiti e data di scadenza per partecipare

Cinquanta tamponi effettuati in un giorno da due medici e quattro infermieri, per un totale di 150 tamponi effettuati in tre giorni. Sono questi i risultati del “Casello Tampone”, il servizio avviato dall’ASL Napoli 2 Nord sull’esempio di quanto già fatto in Germania e in alcune regioni italiane (Toscana ed Emilia-Romagna). Il paziente arriva in macchina in un piazzale indicato dai sanitari; si ferma presso una postazione dove sono presenti due infermieri ed un medico e, senza scendere dall’auto, viene sottoposto al tampone attraverso il finestrino. L’intera procedura dura 5 minuti contro le circa 3 ore necessarie per la realizzazione di un tampone a domicilio.

Dice Antonio d’Amore, Direttore Generale dell’ASL Napoli 2 Nord: “Stiamo continuamente rimodulando le organizzazioni per fronteggiare la pandemia di COVID19. La scorsa settimana abbiamo fatto entrare in servizio ulteriori tre ambulanze sul territorio, dedicate esclusivamente all’effettuazione dei tamponi a domicilio. Sapevamo già, tuttavia, che tale formula rispondeva all’urgenza, ma che non ci avrebbe permesso di rispondere totalmente alle esigenze del territorio. Per questa ragione abbiamo avviato la soluzione del “Casello Tampone”; si tratta di una procedura estremamente veloce, molto sicura e che aumenta il numero dei tamponi effettuabili e riduce l’impiego dei di DPI.”

Il servizio non è alternativo a quello effettuato dalle ambulanze del 118 presso il domicilio dei pazienti, ma si integra ad esso così da permettere una più rapida mappatura dell’andamento della patologia. Il “Casello Tampone” è allestito presso l’ospedale di Giugliano, grazie ai buoni risultati raggiunti, già dalla prossima settimana raddoppierà l’attuale postazione e si sta programmando l’apertura di un ulteriore servizio analogo in un’area adiacente all’ospedale di Pozzuoli.

L’accesso all’area del Casello Tampone è esclusivamente riservato ai soli pazienti selezionati dall’Azienda Sanitaria. Per evitare eventuali disordini, la Polizia di Stato ha messo a disposizione un proprio presidio che è presente per l’intera durata delle attività dei sanitari.

Rafforziamo il San Giuliano», parte la raccolta fondi per l’ospedale di Giugliano

A Giugliano è partita la raccolta fondi “Rafforziamo il San Giuliano”: una straordinaria gara di solidarietà promossa dall’associazione Aria Nuova, per fronteggiare l’emergenza coronavirus che nelle ultime settimane ha messo in ginocchio il mondo intero.

L’obiettivo del crowdfounding è quello di rafforzare la terapia intensiva dell’ospedale della terza città della Campania, recettore non solo dei 126.000 abitanti di Giugliano, ma anche di quelli dei paesi limitrofi come Sant’Antimo, Melito, Villaricca e Parete.

Grazie al tam tam mediatico ed alla generosità di tanti, il totalizzatore segna quasi 3mila euro con circa 65 donazioni in poco meno di un giorno dalla sua partenza.

Tuttavia la corsa ai fondi non finisce qui, perché l’obiettivo da raggiungere è di 200 mila euro totalmente indirizzati all’ospedale giuglianese. “Anche una piccola donazione può fare la differenza”, fanno sapere dall’Associazione Aria Nuova. (CLICCA QUI PER DONARE)

Questa campagna fondi nasce con lo scopo di aiutare e rafforzare la terapia intensiva dell’ospedale San Giuliano della nostra città, recettore non solo dei 126.000 abitanti di Giugliano, ma anche di quelli dei paesi limitrofi come Sant’Antimo, Melito, Villaricca e Parete, chiedendo ad ogni cittadino di donare in base alle proprie necessità anche un semplice euro. Ora è il momento di unirci e di aiutare l’ospedale della nostra città. Anche una piccola donazione può fare la differenza. Siamo in stretto contatto con i medici dell’ospedale San Giuliano e i dirigenti dell’ASL NAPOLI 2 NORD. I fondi saranno direttamente devoluti all’ospedale per il rafforzamento della terapia intensiva.