Incidente sul lavoro a Terzigno, Domenico cade mentre monta una tenda: è morto sul colpo

Incidente sul lavoro a Terzigno [Foto d'archivio]
Incidente sul lavoro a Terzigno [Foto d'archivio]

Tragedia a Trecase nella giornata di ieri, lunedì 20 luglio. Un operaio di 45 anni, originario di Terzigno, è deceduto in seguito ad una caduta accidentale mentre era a lavoro presso un cantiere nella cittadina vesuviana. Il 45enne stava montando una tenda presso  un’abitazione, quando è precipitato morendo sul colpo.

«E’ sempre doloroso apprendere notizie di decessi avvenuti sui luoghi di lavoro – afferma il sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione -. Le morti bianche sono, ahimè, un fenomeno che si verifica troppo spesso nel nostro Paese, ed è fondamentale che venga portata avanti la battaglia per la sicurezza sui luoghi di lavoro. L’Amministrazione Comunale è vicina ai familiari della vittima ed esprime il proprio cordoglio anche all’ex amministratore del comune di Torre Annunziata Michele Pagano, zio dell’operaio deceduto». Ma l’operaio di Terzigno non è l’unica vittima.

Tragedia anche a Carinaro: operaio muore sul colpo [Articolo del 13 luglio 2020]

Carinaro si è svegliata con un terribile dramma, una tragedia è avvenuta questa mattina all’alba nella zona industriale: un operaio è infatti morto per un incidente avvenuto sul luogo di lavoro. Stando a quanto emerso dalle prime ricostruzioni, e come riportato dal sito edizionecaserta, l’uomo stava lavorando quando è stato schiacciato da un macchinario. Nonostante il tempestivo intervento dei sanitari del 118 per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

Da chiarire l’esatta dinamica dell’incidente. Spetterà alle autorità chiarire i dettagli della e verificare eventuali responsabilità. Si attende che il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Napoli Nord disporrà l’esame autoptico sulla salma.

Un altro tragico incidente sul lavoro

Proprio agli inizi di luglio a pochi km da Carinaro un altro tragico incidente sul lavoro. A Cesa, sempre in provincia di Caserta, un 33enne di Giugliano è deceduto a seguito di una scossa elettrica mentre era a lavoro. Vincenzo Nave stava lavorando su un’impalcatura in via Campostino, quando è rimasto folgorato da una scarica elettrica ed è precipitato al suolo. Inutile è stato l’intervento del 118. I sanitari, giunti prontamente sul luogo dell’accaduto, non hanno potuto fare altro che accertare il decesso. Sulla tragedia di Cesa indagano anche i Carabinieri della compagnia di Aversa che faranno luce sulla vicenda ed eventuali responsabilità. I militari non danno ancora per certo che possa essere stata la folgorazione la causa del decesso.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.