27.9 C
Napoli
lunedì, Agosto 8, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Insegnante morta dopo vaccino Astrazeneca, arriva la conferma dalla perizia della Procura


L’insegnante Augusta Turiaco, di 55 anni, sarebbe morta a causa degli effetti avversi dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca, il Vaxzevria. A rivelarlo è l’avvocata della famiglia, Daniela Agnello, dopo che i consulenti della Procura di Messina hanno depositato in Procura ai pm che indagano sul caso, la relazione medico-legale.

Escluse altre cause

Lo specialista in medicina legale, coadiuvato dagli specialisti in malattie infettive e in anatomia patologica, ha escluso la sussistenza di ulteriori cause patogenetiche o di disordini immunitari e/o infezioni e ha riscontrato gli ‘anticorpi antieparina PF4’ studiati e approfonditi dal professor Andreas Greinacher e in altri studi in ambito europeo e americano”, spiega l’avvocato della famiglia della docente, citato dall’Ansa.

Il referto degli specialisti

I consulenti nelle 59 pagine ritengono, senza ombra di dubbio, che il decesso della Turiaco è in relazione causale con la somministrazione del vaccino AstraZeneca avvenuta l’11 marzo 2021. I tecnici escludono profili di responsabilità colposa a carico dei sanitari intervenuti nella vicenda. Evidenziano che gli scarsi dati della coeva letteratura scientifica, oltre l’assoluta incertezza normativa dell’epoca. Si ritiene esente da censure l’attività del personale medico e infermieristico”, prosegue Agnello.

Il vaccino è l’unica causa del decesso

La colpa della morte della professoressa Augusta Turiaco non è in capo ai medici e agli infermieri che hanno proceduto alla somministrazione del vaccino. Questi ultimi hanno solo fatto da esecutori di un’iniezione. Il farmaco era ritenuto sicuro. Infatti il vaccino ha superato tutti i test delle autorità di controllo Ema e Aifa. Il processo, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, stabilirà in capo a chi sia la responsabilità. Formerà un precedente insieme ad altri casi pendenti presso altre procure italiane di casi simili.

La 18enne morta dopo il vaccino Astrazeneca

A questo caso si aggiunge quello di Camilla Canepa, la 18enne di Sestri Levante morta dopo essere stata ricoverata al San Martino di Genova dopo una trombosi al seno cavernoso. Aveva ricevuto il vaccino AstraZeneca il 25 maggio nell’open day per gli over 18.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Marano in lacrime per Alessandro Cassaniti, addio allo storico commerciante

Grave lutto getta nello sconforto la città di Marano. Si è spento Alessandro Cassaniti, noto commerciante conosciuto e ben...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria