La droga di Napoli est dietro l’omicidio Di Pede:«Mi disse di aver partecipato al delitto»

E’ stato il neo collaboratore di giustizia Umberto D’Amico a svelare il retroscena dell’omicidio di Vincenzo Di Pede, il ras dei Formicola ucciso con un colpo alla testa il 25 agosto del 2012 su corso Protopisani. Un delitto eclatante che ebbe serie ripercussioni nella mala di Napoli est visto che dopo quell’omicidio i Formicola abbandonarono i Mazzarella per aderire al cartello con i Reale e i Rinaldi. Due giorni fa per quel delitto è stato arrestato Salvatore Fido, uno dei ‘pezzi da novanta’ dei Mazzarella e all’epoca uno dei reggenti della cosca di San Giovanni a Teduccio.

Fondamentali proprio i racconti di D’Amico che ha svelato:«Totore mi disse di aver partecipato all’omicidio di Enzo». Un delitto maturato negli ambienti di mala e che ha come movente il controllo di una fetta importante del business delle piazze di spaccio a Napoli est.