Lacrime per la morte di Antonio Rucco, la rabbia degli amici: «Perché l’hai fatto?»

Si è impiccato a Londra Antonio Rucco, l’inventore della “piadina salentina” in trasferta nel Regno Unito. Rucco era andato ad abitare a Londra dopo aver aperto e gestito con successo la piadineria di piazza Sant’Oronzo a Lecce: aveva 39 anni, originario di Trepuzzi ma molto conosciuto a Lecce.

Una morte, quella di Antonio, sulla quale sta indagando la polizia londinese. Antonio si è spento martedì in un letto d’ospedale dopo essere stato trovato impiccato da alcuni conoscenti. Tanti i dubbi: dalle modalità alle motivazioni che possono aver spinto il giovane ristoratore a farla finita.

Antonio Rucco aveva lasciato Lecce qualche anno fa per trasferirsi a Londra. Lì aveva avviato “Piadina Genuina Artisan Flat Bread” dove proponeva la versione salentina della classica piadina romagnola.

Un successo anche nella capitale inglese, tanto che era poi riuscito ad aprire un ristorante italiano, l’Antonio’s Vegan Italian Kitchen.
L’annuncio della morte di Antonio Rucco è stato dato sulla pagina facebook del suo ristorante londinese.

La chiave del successo di Antonio Rucco è stata la classica piadina romagnola rivisitata in chiave salentina, col l’olio extravergine d’oliva al posto dello strutto.

Farcita con i prodotti salentini e pugliesi. Memorabili, soprattutto d’estate, le lunghe code davanti alla piadineria in attesa di poter ordinare. Antonio trasformò in piadineria la vecchia bottega che il nonno ha gestito per decenni all’angolo tra via Fazzi e via Alvino, praticamente in piazza Sant’Oronzo. Buona parte del successo è dipeso anche dal suo carattere, sempre solare. Bastava entrare un paio di volte per diventare suo amico.