Olbia è il luogo di partenza per eccellenza quando si vuole visitare la Sardegna, è una città turistica molto apprezzata durante le vacanze estive e in alta stagione si riempie di turisti che arrivano con i traghetti. La città, infatti, è situata in una posizione strategica che permette di raggiungere facilmente tutte le destinazioni più rinomate della Sardegna.

Il modo più comune per raggiungere questa destinazione è, senza dubbio, il traghetto. Si tratta di una scelta che fanno migliaia di persone ogni anno, perché conveniente economicamente e permette di portare con sé anche i propri mezzi di trasporto. Tuttavia, per chi preferisce viaggiare comodamente e vuole arrivare più velocemente, è possibile scegliere l’aereo e fermarsi all’aeroporto di Olbia.

I traghetti per Olbia viaggiano da numerosi porti d’Italia ed è possibile scegliere tra diversi orari, ad esempio potrai scegliere uno tra i traghetti da Napoli a Olbia, disponibile sia di mattina che di pomeriggio.

Ecco cosa vedere nella città di Olbia

La città di Olbia è molto amata dai turisti perché è una delle città più antiche della Sardegna, quindi è possibile trovare numerose testimonianze culturali che descrivono le diverse colonizzazioni del passato. Il centro storico, infatti, è la zona più suggestiva della città e si trova nei pressi del porto, facilmente raggiungibile sia a piedi che in auto.

Nel centro storico è possibile trovare il Palazzo del Municipio con le rovine del foro romano, una costruzione in cui si svolgevano tutte le principali attività politiche, giuridiche e commerciali. Sempre in centro, si trova la chiesa di San Paolo, una bellissima chiesa antica risalente al XVII secolo e ancora oggi considerata come uno dei simboli più significativi della città di Olbia, caratterizzata dalle bellissime maioliche che ricoprono l’intera facciata.

Un’altra chiesa molto antica e bella, da visitare, è la Basilica di San Simplicio. Costruita nell’XI secolo e in stile romano, la Basilica è caratterizzata da splendidi affreschi e decorazioni storiche da ammirare. Oltre alla sua bellezza, questa chiesa nasconde la necropoli di San Simplicio, ovvero delle tombe romane del III secolo a.C.

Per concludere la visita nel centro storico, è impossibile non visitare il Museo Archeologico, che raccoglie al suo interno numerosi reperti antichi come l’esposizione delle antiche navi che solcavano i mari in epoca romana, un’attrazione per molti turisti che visitano la città ogni anno.

Le spiagge più belle di Olbia da vivere durante una vacanza

Olbia non è solo storia e reperti antichi ma comprende anche una delle attrazioni principali della sardegna: le Saline. Si tratta di un luogo di costa caratterizzato da una sabbia bianca tendente al rossiccio, visitate ogni anno da numerosi turisti, grazie alla possibilità di rilassarsi e fare lunghe passeggiate. Per gli amanti dello sport, sempre in questa lunga costa, è possibile praticare numerosi sport acquatici, molto divertenti grazie alla frequente presenza del vento.

Parlando di spiagge, poco distante da Olbia si trova la Spiaggia del Dottore, un luogo meno turistico da raggiungere a piedi lungo un sentiero di 15 minuti. Si tratta di un paradiso naturale, con sabbia bianca fina e mare cristallino.

Per chi necessita di restare in Città, la spiaggia più bella di Olbia è quella del Pittulongu, una spiaggia a forma di mezzaluna, perfetta per chi ama scattare fotografie di paesaggi mozzafiato. Per divertimento e relax, sono consigliate anche le spiagge di Lo Squalo e del Pellicano e la stupenda spiaggia di Golfo Aranci.

Pubblicità