Como: un ragazzo di 17 anni a seguito di una lite manda in coma un anziano
Como: un ragazzo di 17 anni a seguito di una lite manda in coma un anziano

Un uomo di 67 anni è ricoverato in gravi condizioni. Dopo che è stato colpito da un ragazzo di 17 anni durante una banale discussione è caduto a terra battendo la testa.

Aggressione da parte di un ragazzo per il suo cane

Ad aggredirlo è stato un ragazzo di 17 anni a seguito di una banale lite per il cane di quest’ultimo. Il ragazzo dopo l’accaduto è fuggito per poi consegnarsi dopo qualche ora alle forze dell’ordine. E’ successo a Tavernerio, paese della cintura urbana comasca.

Tutto ha vuto inizio intorno alle ore 18.30 di mercoledi, in via Roma a Tavernerio, quando una ragazza alla guida di un’auto si è trovata improvvisamente di fronte un cane. Il proprietario del cane si è messo a discutere in maniera veemente contro la donna. Il padre di quest’ultima, che era a bordo del mezzo, è sceso dall’auto per intervenire in difesa della figlia.

Il 67enne colpito è in gravi condizioni

A questo punto l’uomo sembra sia stato colpito, non è chiaro se con un pugno o da uno schiaffo. A causa del colpo il 67enne è caduto a terra battenmdo così la testa. Il ragazzo in seguito è fuggito.

Le condizioni dell’uomo sono apparse subito gravi, infatti l’ambulanza dopo essere arrivata sul luogo ha chiesto l’immediato intervento dell’elisoccorso. Arrivato all’ospedale Sant’Anna di Como, il 67enne è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Ora si trova in coma nel reparto rianimazioni. Le condizioni restano critiche.

Il ragazzo si va a costituire

Il ragazzo, invece dopo circa tre ore si è presentato con suo zio alla centarale dei carabinieri di Albate. Ammettendo le proprie responsabilità. Il padre inizilamente voleva addossarsi egli la colpa, ma il ragazzo ha raccontato tutto. Il 17enne si è spaventato e per questo è fuggito.

Grazie a questa sua collaborazione ha convinto il magistrato a non prendere provvedimenti restrittivi. Comunque al momento per il ragazzo c’è: una denuncia a piede libero con l’accusa di lesioni personali gravissime. Situazione che potrebbe peggiorare se il 67enne dovesse non sopravvivere.

 

 

 

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.