Nuovo team per Valentino Rossi, debutterà in MotoGP nel 2022
Il team di Valentino Rossi debutterà nella classe regina dal 2022 al 2026. Intanto riflette sul suo futuro

Valentino Rossi, nonostante il pessimo inizio di stagione in MotoGP con la sua Yamaha Petronas, ha raggiunto in mattinata un nuovo accordo con la Tanal Entertainment Sport & Media. Il “dottore” farà debuttare nella classe regina il suo team: l’ARAMCO Racing Team VR46 infatti, gareggerà in MotoGP dal 2022 al 2026.

Il team di Valentino Rossi approda in MotoGP

Anche se i risultati in pista sono più che deludenti in questo inizio di Motomondiale 2021, per Valentino Rossi c’è comunque da sorridere. Il suo team, che già corre in Moto2 e Moto3, farà il suo debutto anche in MotoGP. Un matrimonio di almeno cinque anni con la Tanal Entertainment, holding della famiglia reale saudita. Una partnership che permetterà di sviluppare ulteriormente la presenza del team all’interno del Motomondiale.

L’accordo, confermato nella giornata di mercoledì 28 aprile, vedrà l’evoluzione della VR46 nella prossima stagione quando sulle carene delle moto apparirà in bella mostra il brand dell’Arabia Saudita. Resta però da capire con quale motore scenderà in pista il team di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia potrebbe optare per una pista Suzuki, visto che il team campione del mondo ha solo due moto ufficiali iscritte e ci potrebbe essere la possibilità di vedere una seconda squadra in pista. C’è anche un’ipotesi Yamaha, la favorita poichè i primi indizi con colori e grafiche richiamano il team giapponese con cui Rossi corre da anni. Sono vive anche due ipotesi italiane: Aprilia e Ducati. La tentazione del 46 è di stringere con uno dei due team nostrani il debutto in MotoGP.

Il futuro del dottore nella classe regina

La notizia dell’accordo è molto importante, però prescinde da quello che sarà il futuro di Valentino Rossi in MotoGP. Le prossime gare infatti decideranno il futuro del Dottore:  se dovesse ancora essere competitivo, è molto probabile che il quarantaduenne correrà anche la prossima stagione. Le prime tre gare potrebbero però lasciar presagire a qualcosa di diverso: Rossi ha collezionato solamente quattro punti, evidenziando una chiara difficoltà ad essere realmente competitivo. Il passo gara di Valentino mostrato nelle ultime due gare non è stato tanto distante dai piloti di testa, ma ciò non è servito a niente viste le pessime qualifiche.

La leggenda italiana si appresta ad affrontare al massimo le prossime gare, con uno sguardo deciso verso il futuro col suo nuovo team.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.