9 C
Napoli
lunedì, Gennaio 24, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Parenti serpenti, Francesco Amadori licenzia la nipote: “Regole aziendali sono uguali per tutti”


Francesco Amadori licenzia la nipote, responsabile della comunicazione dell’azienda e figlia di Flavio Amadori, presidente del gruppo.

Già da tempo i rapporti tra le parti erano in tensione, e si percepiva un possibile licenziamento. Martedì è stata presa la decisione ufficiale dal noto imprenditore avicolo e dalla sua azienda. L’imprenditore, di cui tutti conosciamo il noto claim “parola d’Amadori“, anche in questo caso non va contro la politica del suo brand, e mantiene la sua parola d’onestà nei confronti dei dipendenti.

La lettera di licenziamento Amadori 

Francesca Amadori ha infatti ricevuto la lettera di licenziamento martedì scorso, con effetto immediato. Arriva poi la conferma del consorzio Gesco del gruppo Amadori: “Per motivazioni coerenti e rispettose dei principi e delle regole aziendali” così dichiara il consorzio. Continua poi parlando della politica aziendale: “Tali regole sono valide per tutti i dipendenti senza distinzione alcuna“.

L’assemblea dei soci di Romagna

Le motivazioni precise non sono ancora note, si sa solo che i rapporti tra la nipote, responsabile della comunicazione, e le altre parti erano tesi. Il licenziamento con effetto immediato ha portato alla convocazione dell’assemblea dei soci di Romagna Iniziative. Il consorzio è formato da tutte le principali aziende della Romagna. I soci, durante l’assemblea, hanno prima spiegato le cause del licenziamento per poi ringraziare Francesca Amadori per il suo lavoro.

Le parole di Francesca Amadori

La nipote di Francesco Amadori, nonché figlia del presidente dell’azienda, non sembra però essere d’accordo con il suo licenziamento e soprattutto con le presunte motivazioni date. Dichiara, infatti, cercando di spiegare: “desidero precisare che nei 18 anni di attività lavorativi presso il Gruppo di famiglia ho sempre operato in maniera eticamente corretta e nell’interesse dell’azienda“. Continua poi parlando del suo grande interesse nella storica azienda di famiglia, dichiarando di aver sempre lavorato “animata dal sentimento di attaccamento che da sempre mi lega all’impresa fondata da mio nonno Francesco“.

Quanto al licenziamento preciso che sto valutando le iniziative più opportune per oppormi ad un provvedimento che ritengo ingiusto e illegittimo“. Non sembra quindi aver accettato la scelta del licenziamento, così come le motivazioni dategli. Continua infatti:”non riguarda la violazione di alcuna regola aziendale” e rincara la dose aggiungendo: “trova al contrario fondamento in altre logiche che dovranno essere appurate nelle opportune sedi“. Sembra quindi intenzionata a ricevere spiegazioni diverse sul suo licenziamento.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Grave lutto sconvolge Giugliano, la piccola Patrizia muore a 13 anni

Grave lutto sconvolge la comunità di Giugliano. Si è spenta Patrizia Calvino, bimba di soli 13 anni. La piccola...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria