Patrizio Oliva, dramma in tv: “Mio fratello Ciro stroncato dal tumore a 12 anni”

Patrizio Oliva 

Lacrime e commozione in diretta per Patrizio Oliva, l’ex pugile napoletano è stato ospite nel pomeriggio nella trasmissione Vieni da me di Caterina Balivo. Patrizio Oliva si è commosso quando ha raccontato la perdita di suo fratello Ciro, all’epoca appena quindicenne. Aveva solo 12 anni, quando un tumore alle ossa portò via suo fratello Ciro. Oliva ha raccontato che gli fu amputata una gamba ma era pieno di metastasi e con una ciste anche il volto si era modificata e non si riconosceva.Ciro era bravissimo a giocare a calcio, aveva un dolore alla gamba e mio padre lo vedeva zoppicare, quando gli chiese cosa avesse Ciro non voleva dirlo”. “Mio padre fece molti debiti e gli comprò una gamba di legno, Ciro continuava a giocare ma dopo 11 mesi ci fui il buio totale nella mia famiglia”. Un buio durato 20 anni. “Mio padre per due anni sparì. Mia madre era tutti i giorni al cimitero dalla mattina al pomeriggio tardi”.

“Noi capivamo ma non accettavamo, c’erano altri sei figli che andavano seguiti. Oggi che ho i figli capisco che significa perdere un figlio. Io avevo 12 anni siam cresciuti con grandi difficoltà. Mia madre dopo il cimitero tornava e si metteva a letto con mal di testa pazzeschi. La mia prima candelina sulla torta l’ho spenta a 23 anni”, ha spiegato.

 

Chi è Patrizio Oliva

Patrizio Oliva, uno dei pugili più conosciuti della storia della boxe. Nato a Napoli nel 1959, Patrizio Oliva ha avuto una brillante carriera da dilettante culminata con la conquista dell’Oro olimpico a Mosca nel 1980 nella categoria Superleggeri. Poi, una volta capita che la boxe era la sua strada, è passato alla boxe professionistica e ha “spaccato”.

Si è infatti aggiudicato il titolo italiano, quello europeo e il titolo di campione del mondo di categoria. Non solo: è stato commissario tecnico della Nazionale Olimpica, che ha guidato ai Giochi di Atlanta 1996 e Sydney 2000, ma anche organizzatore di numerosi eventi di pugilato di portata internazionale. Oggi la boxe è ancora parte della vita di Patrizio Oliva: è infatti tra gli allenatori di pugilato della federazione mondiale AIBA.