Rapina a Napoli finisce nel sangue, accoltellati padre e figlio

Hanno reagito ad un tentativo di rapina compiuto da quattro malviventi in sella a due scooter. Volevano sottrarre loro un tablet e per tutta risposta hanno ricevuto diverse coltellate finendo in ospedale con diverse ferite. Brutta disavventura ieri sera per padre e figlio in corso Meridionale. L’uomo 51 anni e il ragazzo, 18 anni, transitavano in auto nell’area della Stazione Centrale quando, avvicinati da quattro sconosciuti su due moto, hanno subito capito di essere incappati in un raid. Alla richiesta dei balordi di consegnare il tablet, padre e figlio hanno reagito opponendosi alla rapina. A quel punto, senza alcuno scrupolo, uno dei malviventi ha estratto una lama ferendo all’addome con tre fendenti il padre. Due hanno raggiunto il figlio, colpito alla gamba e al polpaccio sinistro. Le vittime del tentativo di rapina trasportate all’ospedale San Giovanni Bosco per essere curate e medicate per poi essere dimesse con una prognosi di 10 giorni. Caccia ai quattro malviventi in scooter, con le indagini affidate ai carabinieri della Compagnia Stella.

La rapina a via Petrarca

Qualche settimana fa le forze dell’ordine erano invece intervenute in via Petrarca, quartiere Posillipo. Allertati da una segnalazione per l’esplosione di colpi d’arma da fuoco, gli agenti del Commissariato San Ferdinando hanno assistito ‘in diretta’ alla rapina. I poliziotti, appena arrivati all’esterno di un bar, hanno visto due giovani a bordo di uno scooter uno dei quali stava minacciando con una pistola un ragazzo da cui si è fatto consegnare la catenina d’oro mentre il conducente del motoveicolo si è frapposto con il mezzo per impedire alle altre persone presenti di reagire. Alla vista della volante i due rapinatori hanno tentato di fuggire lanciando l’arma in un’aiuola ma gli agenti li hanno raggiunti e bloccati

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.