Rapine e furti tra Capodimonte e Colli Aminei: la banda colpisce ancora. Paura per il presidente dell’AfroNapoli

L’escalation criminale tra i Colli Aminei e Capodimonte, da noi denunciata nello scorso mese di febbraio, continua a mietere vittime nelle due popolose zone della città. Diversi i colpi messi a segno dalla banda negli ultimi mesi. L’ultima vittima in ordine di tempo è stato il presidente dell’Afro Napoli United, Antonio Gargiulo, avvicinato dai malviventi a Capodimonte mentre si trovava in macchina con la moglie incinta lo scorso sabato.

Erano da poco passate le 21 quando Gargiulo è stato avvicinato dalla banda che si è fatta consegnare soldi e oggetti di valore, creando non poco spavento alla donna in gravidanza.

In un post Facebook, Gargiulo ha spiegato la dinamica della rapina subita: “Queste sono cose che ti succedono se vivi nella città più bella del mondo ma totalmente dimenticata dallo Stato. Questa città ha bisogno di interventi seri per il lavoro, per l’istruzione, per i servizi, per il sociale ed anche per la sicurezza, ma quella merda va solo in giro a fare i selfie ed a fare la sua continua campagna elettorale. Questa volta è capitato a me ed a mia moglie, niente di grave, ne succedono tante molto ma molto più gravi. Solo una rapina con aggressione e tanto spavento, di sabato ore 21:00 a Capodimonte. In tutta la zona non c’era una volante e gli uffici per fare la denuncia erano chiusi. Ora vado a fare la denuncia”.