Sequestrato il mega yacht di Bellezza, partecipò al reality Giovani e ricchi
Sequestrato il mega yacht di Bellezza, partecipò al reality Giovani e ricchi

E’ riconducibile a Federico Bellezza e a suo padre, già condannato per frode fiscale il mega Yacht battente bandiera britannica sequestrata dai militari della Guardia di Finanza su disposizione del gip di Milano e su richiesta del pm Paolo Storari. Il 28enne Bellezza aveva partecipato nel 2016 a un docureality intitolato “Giovani e Ricchi” in cui si descriveva la vita dei cosiddetti “Rich kids”, i figli di famiglie facoltose. Lo yacht di lusso di 32 metri ormeggiato al porto di Sanremo è riconducibile all’imprenditore torinese.

INDAGINE SUL MEGA YACHT

Le indagini di polizia giudiziaria, delegate al Nucleo di Polizia Economico Finanziaria, hanno fatto emergere un complesso meccanismo fraudolento con il ricorso a false fatturazioni funzionali all’auto-riciclaggio, con l’interposizione di società straniere.

L’impiego del veicolo societario di diritto inglese, il cui capitale sociale era detenuto “fiduciariamente” da altre entità giuridiche estere, serviva per nascondere l’origine dei fondi di provenienza illecita e la titolarità effettiva del mega-yacht, riconducibile all’imprenditore indagato e al figlio. Da qui le accuse di auto-riciclaggio da evasione fiscale e intestazione fittizia di beni.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.