Troppi contagi, De Luca istituisce una zona rossa in provincia di Napoli: chiuso il ristorante la Sonrisa

Arriva una nuova ordinanza sul coronavirus del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca sulle mascherine. Gli agenti del commissariato di Polizia di Ischia hanno elevato stanotte una sanzione di 1.000 euro ad un bar. I dipendenti non indossavano la mascherina.     I poliziotti hanno riscontrato in un noto esercizio di piazza Antica Reggia, ad Ischia Porto.   Riscontrata  l'inottemperanza alle norme anti-Covid 19 vigenti. Al titolare del bar inflitta la multa prevista dalla recente ordinanza del presidente della giunta regionale campana Vincenzo De Luca.  Negozi chiusi anche a Salerno Elevate già oggi le prime tre multe da mille euro per il mancato utilizzo delle mascherine al chiuso. Sanzioni applicate dopo l’ordinanza firmata ieri sera dal governatore Vincenzo De Luca. Stamattina le multe sono fioccate in tre esercizi commerciali della zona orientale a Salerno. Non si esclude la chiusura degli stessi locali.Il sindaco Vincenzo Napoli, accompagnato da alcune pattuglie della polizia municipale, ha effettuato personalmente sopralluoghi per constatare se gestori e personale degli esercizi commerciali rispettassero le disposizioni anti Covid. MASCHERINE OBBLIGATORIE, L’ORDINANZA DI DE LUCA L’Unità di Crisi Regionale per l’emergenza Covid-19 si è riunita per esaminare l’attuale situazione epidemiologica in Campania. Al termine della riunioni il Governatore De Luca ha emanato una nuova ordinanza ai fini della prevenzione e del contenimento del contagio. Coronavirus: Sileri,multa da mille euro?Regole da rispettare La multa di mille euro? Non è pesante. Le regole devono essere chiare, semplici e vanno rispettate
Arrivano due nuove ordinanze sul coronavirus del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca sulle mascherine

In relazione al numero elevato di contagi registrati in una struttura ricettiva di Sant’Antonio Abate, il Presidente della Regione, sentita l’Unità di Crisi, firmerà entro stasera un’ordinanza di cui si anticipano i contenuti.

 

1. Con decorrenza immediata: è disposta, fino al  25 agosto 2020, la chiusura delle strutture ricettive “La Sonrisa” e “Hotel Villa Palmentiello”, site nel territorio di Sant’Antonio Abate (NA), con obbligo di disinfezione e sanificazione di tutti i locali prima della riapertura;

 

2. Ai cittadini aventi residenza, domicilio o dimora nella via Croce di Gragnano nel territorio di Sant’Antonio Abate (NA) è fatto obbligo di isolamento domiciliare, con divieto di allontanamento dalle dette abitazioni fino al 14 agosto 2020. Ai cittadini indicati è consentito accedere alla propria residenza, domicilio o dimora sita nella menzionata strada, con obbligo di rimanervi in regime di isolamento domiciliare e di sottoporsi a tutti i controlli sanitari disposti dalla ASL competente. E’ fatta salva la possibilità di transito in ingresso ed in uscita dalla strada indicata da parte degli operatori sanitari e socio-sanitari, del personale impegnato nei controlli e nell’attività di assistenza, limitatamente alle presenze che risultino necessarie allo svolgimento di dette attività e a quelle di pulizia e sanificazione dei locali e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale. Al di fuori delle ipotesi sopra menzionate, non è consentita l’uscita dall’area indicata per lo svolgimento di attività lavorativa.

 

3.   Il Comune di Sant’Antonio Abate, d’intesa con l’Unità di Crisi regionale e con il supporto della Protezione civile e del volontariato, assicura ogni forma di assistenza ai cittadini coinvolti anche attraverso la somministrazione di derrate alimentari e generi di prima necessità.

 

4.  E’ disposta la chiusura dei varchi ed accessi secondari alla strada.

 

5.  La ASL competente assicura la sollecita esecuzione dei test sierologici e/o tamponi diagnostici a tutta la popolazione del Comune di Sant’Antonio Abate (NA).

 

6.   Ai soggetti, residenti nella regione Campania,  che abbiano partecipato, negli ultimi 14 giorni, a feste ed eventi presso le strutture ricettive di cui al punto 1  è fatto obbligo di isolamento domiciliare fiduciario fino al compimento di 14 giorni dalla data dell’evento. E’ dato mandato alle ASL competenti di sottoporre i soggetti di cui alla presente disposizione a test sierologici e/o tamponi diagnostici al fine di individuare tempestivamente eventuali positività al virus.

 

7. A tutti i cittadini residenti in Campania che facciano rientro da vacanze all’estero con tratte dirette o attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale è fatto obbligo di segnalarsi alla competente ASL per essere sottoposti a test sierologici e/o tamponi.

 

Dichiarazione del Presidente della Regione:

 

“E’ indispensabile avere il massimo rigore e assumere decisioni immediate per spegnere da subito ogni focolaio di contagio. Occorre chiamare a rispondere anche sul piano penale quegli operatori che subordinano la vita delle persone ai propri affari, ignorando le regole di sicurezza. Registriamo intanto due fenomeni gravi: l’abbassamento forte dell’età dei contagiati; e il dilagare di contagi importati da altri Paesi, anche da parte di nostri connazionali. Rivolgo al Governo una richiesta precisa: si organizzi ad horas un piano specifico di controlli capillari che mobiliti in maniera massiccia e quotidiana tutte le forze dell’ordine, per garantire il rispetto delle norme anti Covid. E’ impensabile che si possa gestire con efficacia questa fase transitoria senza questi interventi. L’assenza di un tale piano, unito a comportamenti irresponsabili di singoli cittadini e operatori, è destinato a produrre una nuova esplosione del contagio. Ho detto ripetutamente e ripeto: in queste condizioni c’è il rischio di non arrivare neanche a settembre, con il nuovo anno scolastico alle porte”.