Nove anni e idee chiare: è un rom di Milano la nuova star del rap italiano

(Un frame di uno dei video di 500Tony - Youtube)

«Scuola no, studio no. Fra di voi, no». Il video ha già superato un milione e 300mila visualizzazioni su Youtube. Si chiama 500Tony ed è la nuova star di tendenza nel mondo del rap commerciale italiano. La sua è una storia particolare, a metà tra quelle da ascoltare col sorriso e quelle dai risvolti pessimi. 500Tony è minorenne e viene dalla comunità rom di Milano. Ascoltando i suoi pezzi – se ne trovano molti su Yotube – si capisce che la musica, per lui, sia una passione fortissima. Inoltre, come lui stesso racconta, questa passione per la musica «mi è venuta dall’incontro con il rapper Alessandro Vacca. Mi ha detto ‘Vuoi cantare con me?’. Gli ho risposto: ‘Va bene’».


Fin qui, tutto molto positivo: vuol dire che il mondo della musica resta aperto alle nuove leve, indipendentemente dal ceto sociale o l’etnia d’origine. Gli aspetti negativi, però, emergono proprio dai testi con cui 500Tony sta scalando le classifiche. “Niente scuola”, “niente studio”, “qui comando io” e via discorrendo. Sono sinonimi di bassissimo livello culturale che raccontano uno spaccato di società completamente allo sbando: quello delle periferie delle grandi città e quello del pubblico medio pronto a nutrirsi di questo tipo di musica di qualità assai discutibile.