25.3 C
Napoli
venerdì, Maggio 27, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

I segreti della donna manager


Uno squarcio di luce nel buio delle indagini sull’omicidio di Immacolata Capone. La manager della camorra, titolare di due grosse società del settore edile, legata a filo doppio con i Moccia di Afragola e il clan Zagaria di Casal di Pricipe, venne uccisa a Sant’Antimo nel pomeriggio del 17 marzo del 2004, da un commando di killer che le esplosero contro una quindicina di colpi calibro nove. La svolta per quell’omicidio, rimasto sempre avvolto nel più fitto mistero, e in primo momento collegato all’uccisione del suo ex marito, Giorgio Salierno, esponente di spicco del clan Moccia, eliminato con un colpo alla nuca tre mesi prima nella chiesa sconsacrata della Madonna del Terremoto ad Afragola, potrebbe venire dal prosieguo della indagini che hanno portato i magistrati della Dda a emettere ventisette ordini di carcerazione per il capo e gli affiliati del clan Zagaria. Nella voluminosa ordinanza dei magistrati, una ventina di pagine sono riservate proprio a Immacolata Capone. Attraverso decine di intercettazioni telefoniche e ambientali, gli 007 dell’antimafia, hanno delineato «la capacità menageriale della donna e il suo potere corruttivo». Un’attività frenetica e una molteplicità di interessi criminali, che hanno portato la donna a tentare un salto di qualità. Ma questo potrebbe non essere stato gradito al clan; oppure, nonostante qualche avvertimento, Immacolata Capone aveva intrapreso da sola qualche grosso affare, senza riferire ai Casalesi. Insomma, la chiave di quel delitto rimasto avvolto nel buio più fitto, potrebbe celarsi proprio nel rapporto di affari tra la signora Imma Capone, cosi come era conosciuta nel mondo dell’imprenditoria sia locale che extraregionale dei grossi appalti pubblici, e il clan Zagaria. E su questo continuano e indagini che potrebbero portare a nuovi e clamorosi sviluppi.



MARCO DI CATERIN0 – IL MATTINO 24 GIUGNO 2006

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Ras ucciso per un sospetto, ergastolo confermato per gli Abete-Abbinante

Un sospetto. Un semplice sospetto. Bastava poco per morire nella Secondigliano dilaniata dalle faide di camorra. E’ questo l’incipit...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria