25 C
Napoli
mercoledì, Maggio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

ASCOLI E SIENA CHIAMANO ROSSI. PALLADINO SECONDA PUNTA DELLA JUVE


Le squadre di serie A e B sono ormai tutte in ritiro per preparare la prossima stagione calcistica, che a causa delle vicende legate a Moggiopoli, vede slittare di giorno in giorno il calcio d’inizio. Tra le alture delle Dolomiti e della Carinzia, mete gettonatissime per la preparazione estiva, tre nostri rappresentanti dell’hinterland: Generoso Rossi, Raffaele Palladino e Giulio Migliaccio, preparano l’ennesima stagione nel calcio di alto livello, chiamati a confermare le tante attese che gli addetti ai lavori nutrono nei confronti dei nostri portacolori. Per Rossi, ormai uno dei migliori portieri d’Italia, questa dovrebbe essere la stagione della definitiva consacrazione. Sta ora al portiere qualianese, dimostrare le sue qualità. Le doti non mancano all’estremo difensore, ex titolare dell’Under 21 di Gentile, che nonostante la giovane età (classe ’79) vanta già diverse presenze in A e B con le maglie di Palermo, Siena, Crotone,Bari e Triestina, squadra in cui milita attualmente.
La permanenza in maglia alabardata dovrebbe però durarare ancora per poco, visto che sia l’Ascoli che il Siena, stanno cercando di portare Gegè nelle loro fila.

Per Raffaele Palladino, attacante di Mugnano, si è invece aperta la possibilità di poter ricoprire il ruolo di seconda punta, nientemeno che nell’attacco della Juventus. I bianconeri retrocressi in serie B per lo scandalo di questa estate, scommettono sulla giovane punta ex Livorno per il pronto ritorno in serie A. Le cose sono cominciate bene, visto che il bomber mugnanese, è stato tra i marcatori nell’amichevole di apertura del ritiro estivo della Vecchia Signora.

“vabbè, sono partite che contano poco -ha dichiarato Raffaele- ma io sono qui, pronto a cogliere ogni opportunità che Deschamps vorrà offrirmi. Perché è vero, era soltanto una partita che serviva per trovare la condizione e la concorrenza c’è ed è agguerrita, ma avere compagni bravi è uno stimolo in più. Per migliorare e crescere. Senza dimenticare che per me vedere giocatori come Nedved e Ibrahimovic è sempre una grande emozione, sognavo un giorno di allenarmi con loro”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Napoli. Niente sussidi al reddito a chi non manda i figli a scuola ed ai parcheggiatori abusivi

La revoca delle indennità percepite dai genitori i cui figli risultino inadempienti agli obblighi scolastici è la misura di...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria