16.4 C
Napoli
lunedì, Maggio 16, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

ASSASSINATO A 17 ANNI. SI ESCLUDE LA CAMORRA


Le indagini sulla morte del giovane 17enne di Giugliano proseguono a ritmi serrati. I Carabinieri della compagnia di Giugliano diretti dal capitano Gaetano de Biase, nella tarda serata di ieri hanno fermato due persone e sono stati interrogati anche familiari e parenti. Si esclude, per il momento, il coinvolgimento della camorra nel delitto, si batte la pista del litigio sfociato in tragedia. Probabilmente il ragazzo, Giuliano Iacoviello Panico, avrebbe avuto nei giorni precedenti al delitto una discussione con un coetaneo degenerata in lite e da questo fatto sarebbe poi scaturita una “spedizione punitiva” per fargliela pagare. Non è escluso che nelle prossime ore si riesca a far luce sulla vicenda. Il giovale è stato freddato da sei colpi di pistola calibro 9 per 21 esplosi da una distanza ravvicinata, giovedì sera poco dopo le nove, in una delle zone più antiche della città, in piazzetta San Marco nel quartiere Camposcino, probabilemente da due giovani in sella ad uno scooter, che si sarebbero poi dileguati per una delle vie laterali che conducono verso nord: via Mazzini, via Melito oppure via Cumana. Non si esclude che Giuliano stesse aspettando i sui sicari inconsapevole di andare in contro al suo destino. L’assassinio presenta chiari tratti dell’esecuzione in stile “camorristico”, per questo non si scarta neanche la pista di uno scambio di persona, ma resta privilegiata la pista del litigio sfociato in tragedia.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Dramma a Napoli, lite tra gli scogli finisce a coltellate: gravissimi due giovani

Lite tra gli scogli finisce a coltellate nel primo pomeriggio di oggi a Napoli. Due giovani sono stati accoltellati...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria