16.4 C
Napoli
lunedì, Maggio 16, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

SANT’ANTIMO. IMPRENDITORE UCCISO DA DUE KILLER IN MOTO. FORSE IL RACKET


Due killer in sella ad una potente moto ieri alle 17 hanno aperto il fuoco, uccidendolo, su Rodolfo Pacilio 36 anni di Grumo Nevano. La vittima era un imprenditore e a quell’ora si trovava in un capannone sulla via Appia a Sant’Antimo “Giochi Appia” in compagna di altre persone, operai, che sono stati prontamente immobilizzati dai due killer, che hanno fatto irruzione coperti da caschi integrali. Rodolfo Pacilio (detto Giancarlo) è stato investito da una raffica di colpi alla schiena ed è molto sul colpo. Sono stati vani i soccorsi prestati degli operai presenti sul posto. Nel giro di qualche minuto si precipitano i Carabinieri della tenenza di Sant’Antimo che avviano rapidamente le indagini, cercando indizi che possono far risalire ai due emissari, forse, inviati dai “signori del pizzo”. Pacilio infatti si occupava della fornitura di consolle in legno per videogiochi e nel gennaio del 2003 perse il fratello Domenico di 45 anni, che gestiva un circolo di intrattenimento, in un agguato a Grumo Nevano forse a per una storia di racket. Anche il padre, deceduto, in passato aveva subito forti pressioni da un gruppo di estorsori, la famiglia Pacilio è molto nota a Grumo Nevano. Non si ferma dunque la spirale di sangue che avvolge Napoli e la provincia: 12 omicidi in 10 giorni tra guerra di camorra e criminalità.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Dramma a Napoli, lite tra gli scogli finisce a coltellate: gravissimi due giovani

Lite tra gli scogli finisce a coltellate nel primo pomeriggio di oggi a Napoli. Due giovani sono stati accoltellati...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria