Milik apre alla cessione: «Potrei recuperare meglio». Il Napoli pensa a due sostituti

Si fa sempre più concreta l’ipotesi di un prestito di Arek Milik a gennaio. A confermarlo lo stesso attaccante polacco. “Il prestito potrebbe essere una soluzione – ha detto Milik – sarebbe un modo per recuperare rapidamente dopo l’infortunio e raggiungere il 100% della condizione”. L’idea, confermata anche dal presidente De Laurentiis nei giorni scorsi, sarebbe di girare Milik al Chievo in prestito e portare a Napoli Inglese, a sua volta sotto contratto con il Napoli, che l’ha lasciato in prestito ai veronesi. Inglese farebbe così la riserva di Mertens, mentre Milik potrebbe trovare minuti e forma nel Chievo. Milik è fermo da fine

settembre per la rottura del crociato del ginocchio e ha raccontato la riabilitazione: “Il ginocchio – ha detto – è ancora gonfio e a volte mi fa male.
Adesso sto facendo la riabilitazione e presto lavorerò in piscina. Dopo l’infortunio mi è caduto il mondo addosso, ma il periodo difficile è passato. Grazie ai tifosi: il San Paolo mi ha emozionato quando ha urlato il mio nome”.Oltre a Inglese il Napoli avrebbe sondato anche il terreno per Babacar della Fiorentina come vice Mertens.