Il ritorno al ‘San Paolo’ dell’ex Bucchi, attaccante mai amato alle falde del Vesuvio

Questo pomeriggio il Napoli si troverà di fronte al Sassuolo, storicamente squadra che ha creato sempre problemi agli azzurri ma che quest’anno sembra in netta difficoltà rispetto alle precedenti stagioni. Sulla panchina degli emiliani siede quel Cristian Bucchi ex mai amato sotto al Vesuvio. Giunto, da calciatore, nel golfo di Partenope fu l’acquisto di grido dell’estate 2006, l’attaccante romano veniva da una stagione straordinaria in cui siglò ben 29 reti, con la maglia del Modena, ma con la maglia azzurra

non fu mai decisivo segnando solo 8 gol suscitando un enorme malcontento nell’esigente pubblico napoletano. Nonostante a fine campionato arrivò l’agognata promozione in A per Bucchi cominciò il “pellegrinaggio” dei prestiti in giro per l’Italia fino al definitivo ritiro avvenuto nel 2011 a 34 anni. L’allenatore neroverde non evoca bei ricordi quindi a Fuorigrotta e dintorni ma lui vorrà sicuramente riscattare la sua immagine e soprattutto quella della squadra che ha un deciso bisogno di fare punti, quindi Sarri e i suoi dovranno scendere in campo con la massima concentrazione e stare attento all’ex dal “dente avvelenato”.