Scudetto venduto del Napoli, Ferlaino furioso con la Rai: «Fuori le prove o chieda scusa»

scudetto napoli milan

I temi trattati domenica pomeriggio dalla trasmissione ‘Antidoping’, noto programma di approfondimento sportivo in onda su Rai 2, a cura di Enrico Testa e condotta da Alessandro Antinelli, hanno inevitabilmente scatenato l’ira dei tifosi partenopei. Il motivo? Nel corso del programma si è fatto riferimento alle frequentazioni ed ai rapporti tra Diego Armando Maradona ed Ezequiel Lavezzi (ma non solo) con personaggi poco raccomandabili, ipotizzando – inoltre – che la camorra nel lontano 1988 abbia imposto al Napoli la perdita del secondo scudetto a favore del Milan. Insinuazioni che non sono certamente passate inosservate.

“Domenica, in una trasmissione, c’è stato un attacco vergognoso della Rai al Napoli di ieri e di oggi. Hanno affermato che la squadra e la camorra si sono messi d’accordo per perdere lo scudetto del 1988. Ho sempre combattuto questa voce – ha replicato l’ex presidente del Napoli ai microfoni di ‘Radio Marte’ -, la ragione vera di quel crollo fu la stanchezza dei giocatori; la stessa cosa accadde nel 1990 al Milan. Se la Rai ha le prove le tiri fuori, altrimenti deve chiedere scusa non solo a me, ma anche a De Laurentiis visto che sono stati tirati in ballo anche gli striscioni pro-Lavezzi”.