Un’operazione Alto Impatto che ha interessato il Rione dei fiori, il famigerato ‘Terzo Mondo’ di Secondigliano. E’ quella messa in campo dagli agenti del locale commissariato (guidati dal vice questore aggiunto Raffaele Esposito) insieme al Reparto Mobile, ad un’unità cinofila antidroga, personale della polizia municipale e personale Asl. Nel ‘mirino’ la zona di via Tessitori di seta dove era stata segnalata l’occupazione abusiva di suolo pubblico, sulla cui area, in una parte erano stati edificati con box-garage, mentre sulla restante parte erano state installate delle tettoie per il ricovero dei veicoli.

Durante il servizio denunciato un soggetto per abuso edilizio. Si evidenzia che durante il predetto servizio inoltre sono stati identificati gli occupanti abusivi dei manufatti edilizi ed alcuni soggetti che usufruivano dell’area parcheggio. All’interno di uno dei box per auto sono state inoltre rinvenute tre vasche per la conservazione di mitili con raccordi idraulici per la depurazione di molluschi bivalve riempite con acque presumibilmente di mare, 20 ceste e strutture in metallo per banchi di vendita ed un motore con pompa refrigerante per le suddette vasche nella materiale disponibilità di una donna sposata con un uomo già in passato coinvolto in episodi di questo genere e di pesca fraudolenta di datteri di mare presso l’isola di Capri.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.