Astrazeneca, l'Asl di Napoli sospende la vaccinazione per i lotti icriminati ma De Luca chiarisce:
AstraZeneca

Caos vaccini a Napoli, code al polo fieristico della Mostra d’Oltremare. Circa tremila persone oggi in attesa di essere vaccinate. In molti, come riportano le agenzie di stampa, avrebbero rifiutato il vaccino AstraZeneca generando così code e rallentamenti. Lo stesso problema si sarebbe verificato anche nei centri vaccinali di Fagianeria di Capodimonte ed alla Stazione Marittima.

Cittadini a Napoli rifiutano il vaccino AstraZeneca

I cittadini che hanno rifiutato la dose di AstraZeneca sono rimasti nell’hub cercando di convincere i medici a somministrargli dosi di Pfizer o Moderna, riferendo le proprie patologie o perplessità. Questo ha allungato i tempi di attesa facendo crescere le file all’esterno della Mostra d’Oltremare.
Per tentare di far defluire la folla, il direttore generale dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva ha fatto aprire altri 4 sportelli per le vaccinazioni. Ma la fila è ancora lunghissima perchè i presenti continuano a rifiutare la somministrazione del vaccino anglo-svedese.

Parla Sileri in attesa di nuova valutazione dell’EMA sul vaccino anglo-svedese dopo i casi di trombosi rare

Intanto c’è attesa per nuove direttive da parte dell’EMA dopo i casi di trombosi rare. A detta del vice-ministro della salute Pierpaolo Sileri: “L’EMA può indicare una determinata categoria per cui è meglio non utilizzare il vaccino anti-Covid di AstraZeneca“. Sileri ha poi precisato: “Gli eventi trombotici rari segnalati sono pochissimi. Non vi è ombra di dubbio che vi sia un rapporto rischio-beneficio positivo“. Aggiungendo che: “Tra i Paesi europei c’è chi ha bloccato AstraZeneca e chi ha messo i limiti di età dai 55-60 anni in su. Serve un’uniformità, deve decidere l’Ema. Non sarà probabilmente oggi l’Aifa a prendere la prima decisione sugli eventuali rischi del vaccino AstraZeneca, ma la dovrà prendere l’Ema a livello centrale“.
La commissaria Ue alla Salute, Stella Kyriakides, informa su Twitter che la valutazione dell’EMA su AstraZeneca è attesa per mercoledì.

La decisione della Germania

Potrebbe fare scuola la linea indicata della Germania con la raccomandazione di somministrare il vaccino solo agli over 60. Per i soggetti di età inferiore a 60 anni che hanno ricevuto la prima dose di AstraZeneca, in Germania potrebbe essere presa in considerazione l’ipotesi di utilizzare un vaccino a mRna (Pfizer o Moderna) per la seconda somministrazione.

Da Londra indiscrezioni sulla pericolosità del vaccino per i giovani

Da Londra rimbalzano indiscrezioni secondo cui l’agenzia dei farmaci britannici (Mhra) starebbe considerando possibili restrizioni alla somministrazione del vaccino nei giovani adulti per la preoccupazione di possibili trombosi rare. Lo riferisce Channel 4, ripreso dai principali media britannici. Nessuna conferma ufficiale però al momento è arrivata.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Pubblicità