Aumento di decessi, infortuni in Italia: in Campania 20 vittime in più

Il 2018 si è concluso da poco, e come di consueto l’Inail ha pubblicato i dati relativi alle denunce di incidenti, infortuni e decessi sul lavoro.
I dati, disponibili nella sezione “open data” del sito Inail, sono allarmanti! Tra gennaio e novembre 2018 in italia c’è stato un vero e proprio boom di morti sul lavoro.
Si parla di un aumento delle denunce degli infortuni con esito mortale su scala nazionale del 9,9%, ovvero 1.046 nel 2018 contro i 952 del 2017.
Sono stati registrati ben 23 incidenti che hanno causato infortuni plurimi che hanno causato la morte di ben 80 lavoratori.

Per quanto riguarda la Campania, secondo i dati Inail, i decessi 20 in più rispetto all’anno precedente, di cui 8 nella provincia di Napoli, per quanto riguarda gli infortuni verificatisi nella regione, i dati provvisori parlano di un totale di circa 23.000 di cui il 49% nel napoletano e il 24% nella provincia di Salerno.

A questi numeri si uniscono anche quelli che testimoniano l’aumento diffuso delle malattie professionali che dall’anno scorso sono saliti da 53.865 a 55.052.

Dati significativi anche se in negativo che sembrano annullare i progressi fatti dall’Italia nel 2017 nel campo della sicurezza sul lavoro, e nell’applicazione del decreto 81 del 2008 che stabilisce le direttive obbligatorie da mettere in atto per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori durante lo svolgimento delle loro mansioni.

Ma quali sono procedure da attuare per evitare gli incidenti?

Lo abbiamo chiesto all’esperto in sicurezza aziendale, nonché responsabile dell’ente di formazione online Corsisicurezza.it, ecco quali sono i punti principali.

In primo luogo è compito del Datore di Lavoro rendere efficace il Servizio Prevenzione e Protezione, definito dal D.Lgs 81 come “l’insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori”, ciò vuol dire:

  • Effettuare la valutazione dei rischi presenti in azienda e redigere il relativo documento;
  • Incaricare e formare i principali soggetti responsabili della sicurezza (RSPP, ASPP, RLS);
  • provvedere a formare e informare tutti i lavoratori in tempi utili;
  • assicurarsi che solo i lavoratori con una formazione idonea abbiano accesso a determinate aree esposte a rischio;
  • assicurarsi di fornire ai lavoratori i Dispositivi di Protezione Individuale idonei;
  • nominare gli addetti al primo soccorso e gli addetti antincendio;
  • elaborare procedure di sicurezza per la gestione di eventuali emergenze;
  • nominare il Medico Competente per la sorveglianza sanitaria;
  • utilizzare macchinari dotati di sistemi di sicurezza idonei e provvedere periodicamente alla loro manutenzione;
  • tenere in gran considerazione anche i fattori di Stress lavoro correlato;

Ovviamente, non sempre si può eliminare del tutto il rischio incidenti dal posto di lavoro, ma seguire e applicare queste regole può certamente contribuire a ridurre al minimo la possibilità che si verifichino e l’impatto che essi hanno sull’integrità fisica dei lavoratori.
Ci auguriamo che il 2019 sia un anno all’insegna della sicurezza e che veda diminuire drasticamente questi tragici eventi.