Aurora Leone
Aurora e Ciro dei The Jackal

“Cacciata dalla partita del cuore perché donna”, la denuncia di Aurora Leone dei The Jackal.

Nazionale Cantanti vs Campioni della Ricerca. Fra i convocati della Partita del Cuore di stasera anche Aurora Leone dei The Jackal che però – e nonostante la convocazione ufficiale – non ci sarà. Il motivo addotto dagli organizzatori, sostiene l’attrice in alcune stories su Instagram, è perché “sei una donna”, spiega in un video racconto insieme al collega Ciro Priello, presente con lei nella lista dei convocati.

“Cacciata dalla partita del cuore perché donna”, la denuncia di Aurora dei ‘The Jackal’

Tutto inizia da una richiesta dell’organizzatore, spiegano i due, che avrebbe invitato Aurora ad alzarsi dal tavolo: “Io e Ciro ci siamo seduti al tavolo con la Nazionale Cantanti, e una volta seduti lì l’organizzatore Pecchini è venuto e ci ha detto che non potevamo stare seduti lì. O megliocontinua Aurora Leone -, ha detto che io non potevo stare seduta lì. Abbiamo pensato che ce lo stesse dicendo perché siamo della squadra avversaria”. Ma “quando facciamo per alzarcicontinua Cirol’organizzatore Pecchini dice ‘no, no, tu puoi restare. E’ solo lei che non può rimanere al tavolo dei giocatori”.

A quel punto Aurora Leone chiede spiegazioni, “e luiaffermami dice ‘sei una donna, non puoi stare seduta qui, queste sono le nostre regole’. Ho detto guardate che io non sono l’accompagnatrice di Ciro, io sono stata convocata così come Ciro. Lui mi ha detto ‘non mi far spiegare il motivo per cui non puoi stare qui, alzati’ e mi ha invitato a sedermi a un altro tavolo. Al che Cirocontinua il raccontosi è seduto con me a un altro tavolo e dopo ci ha chiamato in disparte credo il direttore generale della Nazionale Cantanti, il quale parlando con noi ci ha detto ‘c’è stato un problema, voi non potevate stare lì perché eravate della squadra avversaria'”.

“I completini te li metti in tribuna, da quando in qua le donne giocano?”

Ma quando Aurora Leone e Ciro fanno presente che la motivazione e i termini dati in precedenza erano altri, “ha detto ‘vabbè ma tu mica giochi, tu sei qui come accompagnatrice‘. ho risposto che ho la convocazione stampata e mi hanno chiesto la taglia dei completini”. La replica? I completini te li metti in tribuna, da quando in qua le donne giocano?, spiega Aurora che poi racconta come siano stati cacciati dall’albergo e come i cantanti presenti alla scena, fra cui Eros Ramazzotti e Andro, abbiano chiesto scusa per un accaduto che ha dell’assurdo, del paradossale. La mia presenza lì era al pari di quella di Ciro.

Ciro e Aurora Leone, in ogni caso, nelle stories invitano a sostenere il progetto che ha “tutt’altro scopo” rispetto a quanto accaduto. I due, cui poi sarebbe stato anche impedito di entrare nell’hotel per fare il check out, oggi non saranno ovviamente alla partita ma ringraziano per la solidarietà della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro per essersi dissociata dallo spiacevole episodio. Ora, con il caso scoppiato sui social, si attende una nota degli organizzatori. (Adn Kronos).

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.