Rifiuta il Tso, si barrica in casa per 2 giorni e minaccia i carabinieri con una motosega
Rifiuta il Tso, si barrica in casa per 2 giorni e minaccia i carabinieri con una motosega

Si è conclusa dopo quasi 48 ore la protesta del 32enne di Montella (Avellino) che dalla mattinata di mercoledì si era barricato in casa, armato di una motosega, minacciando chiunque tentasse di entrare. I carabinieri della locale Compagnia, aiutata dai militari di Salerno e da due squadre operative del 10° Reggimento Campania, sono riusciti a raggiungere. Poi, l’hanno immobilizzato dopo che si era arroccato sul tetto dell’abitazione.

Nella colluttazione due carabinieri sono rimasti leggermente feriti. L’uomo si era barricato in casa per non sottoporsi al trattamento sanitario obbligatorio disposto dal sindaco del comune irpino, Rizieri Buonopane.

Il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Luigi Bramati, illustrerà i dettagli della operazione in una conferenza stampo convocata nel pomeriggio. (ANSA).

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.