Aversa, ragazza ferita dal proiettile vagante a Capodanno: aperta un’inchiesta per tentato omicidio

E’ partita la caccia all’uomo che la notte di Capodanno, poco dopo la mezzanotte, ha sparato e rischiato di uccidere Giovanna, una 19enne di Aversa. La ragazza e ricoverata in ospedale ad Aversa con una ferita da arma da fuoco. Ricoverata in codice rosso, non è in pericolo di vita. La giovane, residente ad Aversa, sarebbe stata colpita da un proiettile vagante all’addome mentre era affacciata al balcone della sua abitazione.

In mano agli investigatori un video, registrato tra Teverola ed Aversa pubblicato anche su youtube, nel quale si vede un uomo palesemente ‘ubriaco’ che spara in aria con una pistola.

Potrebbe essere anche il segnale che a sparare è stato più di uno in zona. Ieri mattina Giovanna è stata operata all’ospedale Moscati: i medici hanno estratto l’ogiva, partita da una pistola calibro 38. La ragazza è cosciente, sta meglio, ma resta ancora ricoverata.

La 19enne è stata colpita all’addome da un proiettile vagante mentre festeggiava il Capodanno sul balcone con i familiari. I poliziotti del commissariato di Aversa guidati da Vincenzo Gallozzi, hanno accertato la presenza di altre ogive, segno che chi ha sparato lo ha fatto più volte.

La Procura di Napoli Nord, riporta ‘Napoli Fan Page’, ha aperto una inchiesta per tentato omicidio: i magistrati, per ora, hanno aperto un fascicolo a carico di ignoti.

“Giovanna sta bene, ho avuto anche il piacere di poterla salutare. La comunità si è stretta vicino la famiglia, quindi adesso voltiamo pagina, sperando che un episodio del genere non si ripeti più” ha dichiarato il sindaco di Aversa Alfonso Golia nel corso di una intervista rilasciata a Radio Crc.