Bombe a Napoli e provincia, annuncio ufficiale di Salvini. Di Maio e De Magistris: “Vincerà lo Stato”

«Sono in contatto con la Prefettura e Questura e sarò in provincia di Napoli entro 48 ore. In questa manovra ci sono 400 milioni per assunzioni delle forze dell’ordine, sono contento di aver fatto in sei mesi ciò che gli altri non hanno fatto in anni. Per Napoli ci sono soldi per assumere 100 poliziotti in più». Queste le parole dell’Interno Matteo Salvini, che da Cagliari si è espresso sulla vicenda bombe che negli ultimi giorni ha visto protagonista la città di Napoli ed il suo interland. Dopo le otto bombe ad Afragola infatti, nella notte è stato fatto esplodere un ordigno anche all’ingresso della pizzeria Sorbillo.

In merito alla situazione ha fatto sentire la sua voce anche il vicepremier M5s Luigi Di Maio, che su Facebook ha scritto: “Nell’ultima settimana ci sono state 8 bombe nella provincia di Napoli. Lo Stato deve farsi sentire adesso più che mai. Non dobbiamo lasciare spazio per la paura, ma solo per la forza di annientare questo schifo.
Caro Gino, non ti devi scusare con nessuno, il mondo conosce la bellezza di Napoli e il valore del suo popolo. Chi si deve scusare è chi ancora tenta di oscurare la bellezza della nostra terra con questi gesti vili. Hai tutta la mia solidarietà e tutto il mio supporto. Nicola Morra, presidente della Commissione Antimafia, oggi sarà a Napoli per incontrare il procuratore Melillo per ascoltare e comprendere quanto accade in città e provincia e dare il massimo supporto possibile. I vigliacchi non vinceranno”.

«Ho chiamato stamattina presto Gino Sorbillo a cui ho espresso la solidarietà e la vicinanza mia e della stragrande maggioranza dei napoletani che sono persone perbene». Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, ai microfoni della tv comunale. «Questi criminali e delinquenti – ha aggiunto de Magistris – non passeranno. Si devono arrendere e devono sapere che ormai il riscatto di Napoli passa attraverso l’onestà, la cultura e la ribellione a ogni forma di violenza». De Magistris ha sottolineato che «la solidarietà che oggi esprimiamo a Gino Sorbillo la estendiamo a tutti gli imprenditori e operatori commerciali che quotidianamente sono vittime di una violenza che tutti insieme dobbiamo contrastare».