Cibo e beni di prima necessità a chi ne ha bisogno, il grande cuore dei carabinieri di Villaricca

La Stazione dei Carabinieri di Villaricca

Attività di controllo e repressione ma anche gesti di grande umanità e solidarietà. I militari dell’Arma della Stazione di Villaricca sono impegnati a 360 gradi in quest’emergenza Covid-19. Non solo nei controlli e posti di blocco che si susseguono tutti i giorni in varie arterie cittadine, soprattutto lungo la Circumvallazione esterna, ma anche nel sostegno alle persone in difficoltà. In questi giorni, infatti, i carabinieri di Villaricca stanno donando beni di prima necessità (cibo e detersivi) a coloro che ne hanno bisogno. Si tratta di persone non intercettate dalle liste dei servizi sociali comunali perché fino a poco fa avevano reddito ma che ora, con l’emergenza economica creata da questo maledetto virus, hanno difficoltà a mettere il piatto a tavola. Persone che magari hanno ‘vergogna’ di recarsi al Comune per chiedere aiuto e che vedono nell’Arma una fonte di aiuto. Ed i militari non si stanno affatto tirando indietro, anzi in questi giorni, anche autotassandosi o con l’ausilio di alcuni commercianti, sono riusciti a comprare e raccogliere beni di prima necessità e donarli a queste famiglie bisognose. Gesti di grande umanità che dimostrano, ancora una volta, il grande cuore dell’Arma. Qualche giorno fa, i militari della locale stazione sono stati contattati da un uomo che, non potendo più lavorare, non riusciva a garantire sostentamento alla moglie e alle due figlie minori. Come per le altre circostanze, i carabinieri hanno consegnato all’uomo alimenti, prodotti per la pulizia degli ambienti e per l’igiene personale. Enorme la riconoscenza ai Carabinieri per il lavoro svolto quotidianamente e per il grande gesto di umanità. Tant’è che una bambina di 9 anni ha voluto recarsi con i genitori presso la caserma dei Carabinieri di Villaricca, coordinati dal maresciallo Salvatore Salvati, con l’intento di donare ai militari un disegno.

La piccola – colpita dalle azioni di solidarietà intraprese dall’Arma – ha voluto, infatti, ringraziare i militari per tutto quello che stanno facendo per i cittadini. E per il costante impegno nel far rispettare le prescrizioni volte a limitare il contagio dell’epidemia.

I carabinieri, per ringraziare la bambina del sentimento manifestato, hanno, quindi, esposto il disegno all’ingresso della caserma.