24.5 C
Napoli
venerdì, Maggio 24, 2024
PUBBLICITÀ

Cibo, vestiti, scarpe, parcheggio e autolavaggio abusivi: sequestri della Municipale a Napoli

PUBBLICITÀ

Alcuni agenti delle Unità Operative Stella e Investigativa Centrale della Polizia Locale hanno eseguito una serie di verifiche sul territorio della Municipalità 4 in seguito alle quali sono state contestati, in via Arenaccia, 4 verbali, ad altrettante attività commerciali per occupazione di suolo pubblico e il sequestro di circa due quintali di generi alimenti, tra frutta e verdura, esposti agli agenti atmosferici inquinanti. In via Vicaria Vecchia, durante le operazioni, sono stati contestati anche reati di contraffazione, portando al sequestro di 95 borse, 60 paia di scarpe e 100 confezioni di profumi. Nell’ambito dei controlli per il contrasto all’abusivismo edilizio veniva sottoposto a sequestro preventivo un immobile sito in via Santa Maria ai Monti per aver realizzato opere edilizie in totale assenza di titoli edilizi e in violazione dei vincoli paesaggistici, oltre uno scavo sulla pubblica strada.

Via Toscanella, sequestro terreno agricolo

Via Toscanella, sequestro terreno agricolo trasformato in parcheggio Facendo seguito ad una segnalazione presentata da alcuni cittadini, gli Agenti della Polizia Locale di Napoli appartenenti all’Unità Operativa specialistica di Tutela Edilizia, sono intervenuti in via Nuova Toscanella ponendo sotto sequestro un’area di circa 1500 mq. Su tale area, la cui destinazione originaria era un frutteto, erano stati realizzati, senza alcun titolo edilizio, tre manufatti rispettivamente di 60, 35 e 5 mq. La restante parte dell’area era stata totalmente coperta con materiale stabilizzante, compromettendo così l’agro-biodiversità del terreno, e destinata ad area di parcheggio di autoambulanze. La Polizia Locale ha proceduto quindi al sequestro preventivo ex-art 321 cpp. deferendo i responsabili all’Autorità Giudiziaria Competente.

PUBBLICITÀ

Operazione “Terra dei Fuochi”, sequestrato autolavaggio abusivo

Il personale della Polizia Locale di Napoli appartenente alla Unità Operativa Tutela Ambientale e Investigativa Centrale, nell’ambito di un’operazione ricadente nel protocollo “Terra dei Fuochi”, è intervenuto congiuntamente a personale dell’Esercito, in via Cancello di Franco, adiacente via Volta, per controllare un’attività di autolavaggio con annesso parcheggio. L’attività, condotta da tale, A.N. 73 anni, è risultata sprovvista di qualsiasi titolo autorizzativo, compreso l’Autorizzazione Unica Ambientale, necessaria per dimostrare il corretto scarico dei reflui prodotti dal processo di lavaggio dei veicoli a motore mediante l’utilizzo di prodotti chimici altamente inquinanti. L’attività era svolta in un capannone coperto di circa 200 metri quadri e da una area esterna, di circa 50 metri quadri, in cui insiste un manufatto in cemento. Entrambe le aree erano asfaltate e servite da una griglia di raccolta dei reflui che, senza alcun tipo di filtraggio, finica direttamente nella fogna pubblica. Al fine di interrompere la gestione illecita dei rifiuti prodotti gli Agenti hanno posto in sequestro l’intera area, le attrezzature e i prodotti chimici presenti e i fanghi inquinanti residuali che saranno poi avviati al corretto smaltimento. I caschi bianchi, chiesto l’ausilio tecnico dell’Enel, hanno verificato altresì che A.N. era allacciato abusivamente alla rete elettrica e per tale motivo, oltre che per i reati previsti e puniti dal testo Unico sull’Ambiente, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria Competente.

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Interdittiva antimafia per onoranze funebri a Napoli e Pomigliano

Michele di Bari, prefetto di Napoli, ha emanato sette interdittive antimafia nei confronti di altrettante ditte nell'ambito dell'attività di...

Nella stessa categoria