Cicciolina si spoglia in diretta in diretta da Barbara D’Urso, scalpore in studio

Quando si invita in studio Ilona Staller, in arte Cicciolina, bisogna aspettarsi di tutto. Ospite di Barbara D’Urso in difesa del figlio invischiato in una storia di droga, provocata da Alda D’Eusanio, ha risposto a modo suo.

Ilona Staller parla per la prima volta a Live non è la D’Urso di suo figlio, Ludwig Koons per difenderlo dalle accuse di droga e spaccio, l’argomento però prende una piega diversa quando interviene Alda D’Eusanio: «Eri così bella e invece ti sei rovinata rifacendoti il seno». «Davvero non ti piace?», replica Ilona Staller che abbassa il vestito e mostra il seno, Barbara D’Urso chiede preoccupata «che ore sono?», ma mezzanotte è passata da pochi minuti e poi rimprovera ancora una volta la D’Eusanio: «Alda queste cose succedono sempre quando ci sei tu».
Qualche settimana fa, la giornalista aveva provocato a modo suo Rocco Siffredi che aveva risposto a tono.

Cicciolina, il figlio nei guai per droga: nel suo appartamento trovata eroina

Ludwig Koons, l’unico figlio di Cicciolina, nei guai per droga. Nella camera da letto del giovane in un appartamento di Roma Nord di proprietà della ex pornostar sono stati ritrovati un bilancino di precisione e un grammo di eroina. Koons ha dochiarato di non saperne nulla, e al momento è stato denunciato in stato di libertà per detenzione di sostanze stupefacenti. La vicenda è riportata da Adelaide Pierucci sul Messaggero.

I controlli sul figlio di Ilona Staller sono scattati giovedì alle due del pomeriggio, quando il giovane è stato fermato da una pattuglia. Ludwig si è mostrato nervoso e ha provato ad allontanarsi, così la perquisizione è scattata immediatamente dopo. In casa, sotto a una mattonella, è stato ritrovato il bilancino e le due dosi di eroina.

Nella stessa abitazione si trovavano anche tre trentenni del Gambia – ospiti o probabilmente affittuari – trovati addormentati. Sotto al loro letto è stata ritrovata una valigia con un chili e settecento grammi di marijuana e quattromila euro in contanti. I tre sono stati arrestati per spaccio.