Ladri nel ristorante ‘Ciro a mare’ a Portici, rubate anche le cucine

Ciro a Mare

“La gente dice che la struttura è abbandonata a se stessa ma non dice che il popolo di Portici è omertoso e anche se ha visto in pieno giorno l’intrusione di ladri , si è girata dall’altra parte . Non posso farci niente ma sarò sempre vigile e presente sul territorio e di non abbandonare questa triste vicenda. Un grazie a questi farabutti che dai
proventi dovranno comprare solo medicinali…”. Questo lo sfogo di Raffaele Rossi, titolare del ristorante Ciro a Mare a Portici, visitato dai ladri. I danni sono notevoli, si parla di circa 10mila euro. L’attività è chiusa dal 2009, da quando fu teatro di un incendio. . All’indomani dell’incendio al cancello fu posto un lenzuolo bianco con la scritta ‘Chiuso per camorra’. I ladri hanno portato via due cucine ed altrettanti banchi d’acciaio, cento metri di cannucce di bambù, duecento metri di cavo elettrico trifase, trenta barre di ferro, utensileria da cucina, due macchine da caffè, un fabbricatore di ghiaccio e anche due gommoni con motori e un borsone appartenenti ai proprietari.