Tentato omicidio a piazza Bellini, aggressore arrestato dopo le coltellate

polizia piazza bellini omicidio
La polizia a piazza Bellini

Tentato omicidio a piazza Bellini, aggressore arrestato dopo le coltellate. Ieri sera gli agenti di polizia della Squadra Mobile hanno fermato G.C con l’accusa di tentato omicidio. Tutto è iniziato alle sette di sera quando un 38enne di Capo Verde è stato accoltellato nella piazza del centro storico di Napoli. L’africano è stato operato a causa delle tante coltellate ricevute all’addome, al torace, al gluteo, alla coscia ed alla scapola. Il presunto aggressore avrebbe agito per motivi personali. G.C. è stato rintracciato dalla polizia lontano da casa. Su ordine della Procura di Napoli è stato poi trasferito nel carcere di Poggioreale: le indagini proseguono sotto la direzione del Pubblico Ministero.

IL VIDEO

L’OMICIDIO DI PISCINOLA

Sabato una lite condominiale è degenerata in un omicidio. Questo è quanto avvenuto in via Nuova detta la Vigna a Piscinola, area nord di Napoli. Una discussione per un’area adibita a terrazzo, liti e tensioni che andavano avanti da tempo e che ieri hanno raggiunto il punto di non ritorno. Ad innescare la furia di Severino Mauro un alterco per uno spazio, lite comunissima in qualunque altro condominio, non qui: Mauro, stando alla ricostruzione dei carabinieri, avrebbe affrontato Patrizio Falcone, 42 anni, nello spazio condominiale e dopo qualche parola di troppo l’avrebbe colpito con un coltello. Il fendente mortale al petto non ha lasciato scampo a Falcone. Vani i tentativi di salvarlo, nemmeno la folle corsa al Cardarelli è riuscita a salvare la vita all’uomo.

Non ce l’ha fatta N.D., lo studente di 16 anni accoltellato a Gragnano. In gravi condizioni un amico di 17 anni ricoverato all’ospedale San Leonardo di Castellammare. Da chiarire i motivi che abbiano scatenato la furiosa lite culminata purtroppo nell’omicidio. Sul caso indagano i poliziotti del commissariato di Castellammare di Stabia.