Sorpreso all’interno dell’internet point di via Milano nel centro di Napoli mentre era intento a confezionare bustine di droga. Un giovane ghanese, Kuame Thomas Joseph, è tornato subito in libertà dopo il processo.
I militari hanno fatto irruzione nell’internet point, noto luogo di attività di spaccio. Il tutto dopo aver notato un giovane all’esterno del locale mentre era intento ad odorare una bustina contenente verosimilmente la sostanza stupefacente. All’interno del locale, in una delle cabine, Kuame Thomas Joseph veniva sorpreso a confezionare bustine di marjuana, prelevandole da una busta piu’ grande. Venti bustine erano gia’ confezionate ed altre cinquanta pronte all’uso.

La decisione

All’esito della perquisizione sulla persona che dava esito positivo con rinvenimento di droga e denaro, l’uomo veniva tratto in arresto e condotto innanzi al Tribunale di Napoli, Giudice Paglionico, per la convalida ed il contestuale giudizio direttissimo. Giudicato con rito abbreviato, è stato condannato alla pena finale di anni uno di reclusione. Il Pubblico Ministero aveva chiesto un anno e quattro mesi.
Decisiva la tesi difensiva dell’Avv. Marco Spena del Foro di Napoli che ha chiesto di riqualificare il fatto nell’ipotesi di lieve entità di cui al quinto comma della legge sugli stupefacenti. Il ghanese, già arrestato un mese prima per spaccio di sostanze stupefacenti, tornava così in libertà.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.