“Virus ancora minaccioso”, Conte preoccupato dalla seconda ondata

Campania Conte dpcm Spettro lockdown a Natale, Conte non lo esclude:
Il Premier Conte e la crisi covid

“Virus ancora minaccioso”, Conte preoccupato dalla seconda ondata. “Ritorno qui in Parlamento per illustrare le ulteriori misure restrittive adottate” dopo la “subdola e repentina” impennata della curva. “Come è noto la sera di sabato 24 ottobre ho firmato un Dpcm alla fine di un lungo e articolato confronto con la maggioranza e le Regioni”. Ha affermato il Primo Ministro Giuseppe Conte nel corso dell’informativa alla Camera e al Senato sul nuovo Dpcm.

Le misure hanno l’obiettivo di “mitigare e raffreddare” poi il premier parla della curva del contagio al fine di alleviare il carico già pesante sul sistema sanitario. Le misure si basano sui “principi di massima precauzione, proporzionalità e adeguatezza. Non abbiamo mai affermato di essere fuori dal pericolo e da una condizione di necessaria allerta”.

CONTE E GLI ALTRI GOVERNI

“Tutti i governi Ue con i loro meriti e demeriti, e ciò riguarda anche il nostro governo, sono stati costretti a fare un passo indietro. La scorsa settimana il presidente Mattarella ci ha ricordato che tutte le articolazioni dell’ordinamento democratico sanno di dover operare sempre con spirito di unità e coesione. Questo, se mi permettete, è davvero il momento di restare uniti”.

“Il rinnovato impeto del virus ci pone di fronte a una sfida che non è meno minacciosa di quella combattuta a primavera, è una seconda sfida. Tutti i Paesi europei stanno affrontando l’urto drammatico e adottano misure via via più restrittive, simili a quella del nostro dpcm. In alcuni casi anche più severe delle nostre”.

CONFRONTO CON L’EUROPA

“Nell’ottica di condivisione questo pomeriggio si farà un punto sulla situazione sanitaria in video conferenza con gli altri stati di capo e di governo Ue e in questa occasione la presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen illustrerà il pacchetto di risposte europee alla pandemia Covid. Attenzione particolare ai test e ai vaccini anti-Covid”. “Il ministro Speranza starà con me in videoconferenza, proprio perché i ministri della Salute sono in prima linea”, ha aggiunto.

CRISI SUL GOVERNO CONTE?

“Deve valutare, lei e non altri, se i singoli ministri sono adeguati alle emergenze che stiamo vivendo e sempre a lei chiedo la verifica, visto quello che si legge, della tenuta della maggioranza», ha dichiarato il senatore e capogruppo del Pd Andrea Marcucci durante le dichiarazioni in replica all’intervento del premier al senato.