Coronavirus, in Campania il picco a metà aprile: ipotesi ‘riapertura’ a maggio

Il temuto picco di contagiati in Campania ancora non è stato raggiunto. Dovrebbe registrarsi a metà aprile, dicono le stime. Per poi attendersi una lenta e graduale riapertura a partire da maggio. La stima è stata riportata da ‘Il Mattino’.

Nonostante nell’ultima settimana la Protezione Civile ha stilato dei dati che rispecchiano certamente un andamento positivo, non bisogna ‘abbassare la guardia’. La pandemia è infatti ancora lontana dall’essere sconfitta, e questo è il momento di tener duro, stingere i denti ed essere meticolosi nel rispettare tutte le direttive del governo. Il rischio di un nuovo collasso è di fatti sempre presente. Per quanto riguarda la Campania, ci si aspettava il picco già in questi giorni, per poi avvicinarsi ad un livello di nuovi contagi pari all’1% dei tamponi che vengono effettuati ogni giorno. Mentre negli ultimi due giorni si sono registrati rispettivamente 120 e 76 casi per una stima del 6%.

Ad ogni modo, se i numeri continueranno ad essere in calo, è prevista a maggio una prima e graduale ‘riapertura’.