Covid, scoperta la nuova variante in Sudafrica: «Potrebbe resistere ai vaccini»
Covid, scoperta la nuova variante in Sudafrica: «Potrebbe resistere ai vaccini»

Una variante Covid, rilevata per la prima volta in Sudafrica «potrebbe essere più contagiosa» di altre mutazioni e avere il potenziale per «eludere i vaccini»: lo hanno scoperto alcuni scienziati. Il ceppo C.1.2, che è collegato alla «maggiore trasmissibilità», è più lontano dalle mutazioni del virus originale visto a Wuhan, hanno scritto gli esperti dell’Istituto nazionale per le malattie trasmissibili del Sudafrica. Ciò che preoccupa gli scienziati, scopritori della nuova variante del Coronavirus sudafricana, è che la variante possa essere più infettiva. E inoltre potrebbe eludere i vaccini anti Covid.

La preoccupazione per la nuova variante: «Potrebbe eludere i vaccini»

Secondo quanto riportato dal “Jerusalem Post” la preoccupazione che la nuova variante Sud Africana possa essere più infettiva ed eludere i vaccini. Questo secondo un nuovo studio prestampato dell’Istituto nazionale per le malattie trasmissibili del Sudafrica e la piattaforma per l’innovazione e il sequenziamento della ricerca KwaZulu-Natal. Lo studio è in attesa di revisione paritaria. Gli scienziati hanno rilevato per la prima volta C.1.2 nel maggio 2021. In quel periodo hanno scoperto che discendeva da C.1, trovata sorprendente poiché C.1 era stato rilevato l’ultima volta nel gennaio 2021.

La nuova variante è “mutata sostanzialmente” rispetto a C.1 e è più mutazioni lontano dal virus originale rilevato a Wuhan rispetto a qualsiasi altra variante di preoccupazione o variante di interesse rilevata finora in tutto il mondo.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.