20.4 C
Napoli
mercoledì, Ottobre 5, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Crisi idrica in provincia di Napoli, lento ritorno dell’acqua nelle case


Si avvia alla risoluzione la crisi idrica che da ieri mattina ha causato lo stop alla fornitura per Ischia e Procida oltre che per diversi comuni della provincia di Napoli. Un guasto elettrico ieri notte alla centrale di sollevamento idrico di Mugnano era all’origine del problema che aveva creato disagi e difficoltà sulle due isole, affollate di turisti in questa stagione, ma stamattina è arrivata una nota dell’EVI, l’Ente idrico isolano, che comunica che da stanotte le tre condotte sottomarine che servono le due isole flegree sono in esercizio. Per quanto concerne Ischia si sta provvedendo a riempire i serbatoi presenti sul territorio, gestiti dalla Regione Campania e dall’EVI stesso. Per la tarda mattinata di oggi si prevede la normalizzazione della situazione per tutte le zone isolane.

“È stata riparata la cabina elettrica Enel di via Alfieri. Le pompe sono state già riaccese. La pressione idrica dovrebbe tornare a pieno regime entro le 23. Inizialmente l’acqua potrebbe uscire un po’ torbida, non vi allarmate. Ci sono problemi anche con la luce, a breve daremo aggiornamenti anche su questo. Stiamo lavorando a pieno regime, interfacciandoci con l’Enel, per capire i tempi di risoluzione della problematica”, ha scritto ieri sera il sindaco di Mugnano, Luigi Sarnataro.

NUOVO GUASTO A MARANO

Non c’è pace per i cittadini di Marano che devono fare i conti non soltanto con le temperature record che stanno flagellando tutta l’Italia ma anche, e nuovamente, con la mancanza di acqua corrente. C’è stato infatti un nuovo guasto all’impianto idrico di San Rocco con relativa perdita di acqua.

“Siamo da giorni nuovamente senza acqua e si stanno allagando tutte le strade perché c’ è una perdita e nessuno interviene. Ogni settimana è questo. I commissari al comune non ci danno risposte. ”- è la disperata protesta di un gruppo di cittadini maranesi  che si è rivolto al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

“Situazione inaudita. Lasciare continuamente i cittadini senza acqua corrente, e con questo caldo poi, è da incoscienti. I cittadini tra l’altro non riescono ad avere praticamente nessun dialogo con l’amministrazione in carica che sostituisce quella sciolta per infiltrazioni camorristiche. Il Prefetto di Napoli deve convocare i commissari e valutare anche la loro rimozione se non sono in grado di gestire la situazione.

C’è bisogno di più trasparenza, di dialogo con la cittadinanza senza contare che serve una risoluzione definitiva all’emergenza acqua senza più fare affidamento con i provvedimenti tampone.” –ha dichiarato Borrelli.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Giugliano. Nodo giunta, Pirozzi diviso tra azzeramento e rimpasto: in pochi sicuri della riconferma

Più che un rimpasto potrebbe essere una vera e propria rivoluzione. A due anni esatti dall'elezione, il sindaco Nicola...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria