E’ sempre più scontro tra Luigi De Magistris e Vincenzo De Luca. Il sindaco di Napoli, aspirante ‘omologo’ calabrese del governatore della Campania passa all’attacco su scuola e zone gialle.

“Se il presidente De Luca è preoccupato perchè non interviene? Se la Regione aveva dati preoccupanti perchè non ha chiuso? – incalza il sindaco – Sta venendo fuori l’inadeguatezza della Regione Campania che sul fronte scuola detiene la maglia nera: per ultima ha aperto gli istituti e per prima li ha chiusi. Nelle altre regioni d’Italia dove le scuole sono rimaste aperte non si è registrato aumento dei contagi, anzi”. Lo ha dichiarato De Magistris a Repubblica.

Napoli. De Magistris: “In zona gialla lascerei tutto aperto”

“Assembramenti in strada? Ai sindaci è stato chiesto già troppo” dice il sindaco Luigi de Magistris nel corso di un’intervista a Televomero. “Le forze di polizia hanno ragione – prosegue – c’era un prendersela con chi più di tanto non può fare, è diventata una discussione stancante”.

“Finche ci sarà la zona gialla si vedrà gente in strada, è normale e se non vogliamo vedere quelle immagini finchè c’è la pandemia dobbiamo utilizzare altri colori. Credo che più teniamo aperto e più prolunghiamo gli orari, meno assembramenti avremo. Io terrei aperto 24 ore su 24, l’ho scritto anche nelle ordinanze che sono state impugnate dalla Regione. E’ normale che con l’arrivo delle belle giornate le persone andranno a pranzo fuori alla stessa ora se i ristoranti resteranno chiusi a cena. Non serve il ministro della salute per capirlo, eppure nessuno interviene”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.