Vietato stare in piedi fuori a bar e locali, il Governo studia la norma del Decreto

bar dpcm conte mascherina assembramenti
Foto di repertorio

Il Governo sta valutando di applicare il divieto di assembramento impedendo ai cittadini di sostare davanti a bar e ristoranti. Si tratta di una norma che potrebbe essere inserita nel nuovo Dpcm che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte firmerà il prossimo 15 ottobre.

SE NON SI TROVA POSTO AL BAR E NEL LOCALE

Secondo questa norma si potrà entrare nelle sale o rimanere all’aperto, ma si deve stare seduti al tavolo garantendo il distanziamento tra le persone: qualora non ci fosse posto il cliente deve andare via. Quindi non si potrebbe stare in piedi all’aperto come accade in piazze e strade soprattutto la sera. La norma varrebbe anche per i gruppi di giovani che si riuniscono nei parchi o in altri luoghi, anche se isolati.

Mascherina obbligatoria a lavoro e in tutti i luoghi chiusi

La mascherina è obbligatoria in tutti i luoghi chiusi, tranne le abitazioni private. E’ la novità che, a quanto si apprende, è stata introdotta dal Consiglio dei ministri nel nuovo decreto Covid. L’obbligo al chiuso era previsto per i solo luoghi aperti al pubblico: arriva ora un’ulteriore stretta e l’obbligo scatta ovunque tranne che nella propria abitazione.

Obbligo di indossare la mascherina non solo a lavoro, ma “in tutti i luoghi all’aperto ad eccezione dei casi in cui sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento” da altre persone. E’ questa, a quanto spiegano fonti di governo, la disposizione adottata dal Consiglio dei ministri e relativa al nuovo obbligo che sarà in vigore subito dopo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto legge Covid. L’obbligo non vale quando si è all’aperto in un luogo isolato con persone conviventi.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.