Gioco erotico finisce in tragedia, legò l’amante al palo e andò via

La Corte d’Assise d’Alessandria ha condannato a un anno Giovanna Damonte per la morte di Riccardo Sensabastiano, avvenuta nel luglio 2016 come conseguenza di un gioco erotico. L’accusa è stata trasformata da omicidio preterintenzionale a omicidio colposo. Il pm aveva chiesto sei anni e otto mesi di reclusione.

 

Amanti da tempo, i due praticavano il ‘bondage’. L’11 luglio di quattro anni fa, la donna legò l’amante a un palo, le mani dietro la schiena, come le aveva chiesto di fare. Poi se n’era andata. Al suo ritorno lo trovò svenuto e chiamò il 118, ma i soccorsi di rivelarono inutili. (ANSA)