22.4 C
Napoli
lunedì, Maggio 20, 2024
PUBBLICITÀ

Carabiniere accusato di essere pagato dal clan di camorra, chiesti 12 anni di reclusione

PUBBLICITÀ

La Procura di Napoli ha chiesto 12 anni di reclusione il sottufficiale dei carabinieri Giuseppe Bucolo, imputato in un processo che si sta celebrando con il rito abbreviato con l’accusa di essere stato al soldo della camorra del rione Traiano di Napoli che gli avrebbe dato – secondo i collaboratori di giustizia – tra i 55 e i 60mila euro al mese in cambio di informazioni coperte da segreto su indagini e arresti.
Bucolo è attualmente agli arresti domiciliari (con braccialetto elettronico): venne arrestato il 25 ottobre 2022 nell’ambito di un’operazione anti usura dei suoi colleghi che notificarono complessivamente 11 misure cautelari emesse dal gip di Napoli Leda Rossetti.

Oggi il suo avvocato, Vincenzo Strazzullo, ha tenuto la sua arringa, l’ultima prima della sentenza che dovrebbe giungere il 24 ottobre prossimo.
Un collaboratore di giustizia, Gennaro Carra, fece dichiarazioni circa il coinvolgimento del carabiniere in un brutto fatto di cronaca, il ferimento, il 24 settembre 2015, di un poliziotto Nicola Barbato, impegnato, con un collega, in un’operazione antiracket.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Madonna della pace. La toccante testimonianza dell’Arcivescovo Salvatore Pennacchio: “Fin da ragazzo accorrevo ai tuoi piedi, mi hai accompagnato in tutto il mondo”

Intervento dell’Arcivescovo Sua Ecc. Salvatore Pennacchio "A Te, o Madonna della Pace, venerata da secoli nella mia cara città di Giugliano,...

Nella stessa categoria