Influenza. A Napoli e provincia si attende il boom: le raccomandazioni dei medici

I dati raccolti dal Sindacato medici italiani nelle trascorse festività Natalizie e già diffusi a mezzo stampa hanno evidenziato in tutta la Regione Campania il ruolo insostituibile dei presidi territoriali pubblici di continuitàassistenziale;questa la dichiarazione di Rino Bassano ed  Ernesto Esposito rispettivamente Vicesegretario Nazionale umus e segretario Smi Napoli centro che aggiungono “E’ stato scongiurato il previsto sovraffollamento dei pronto soccorso cittadini da molti temuto nelle festività ed ha funzionato bene  la attività di filtro territoriale svolta dai medici  della ex guardia medica che hanno espletato centinaia e centinaia di interventi sia ambulatoriali che domiciliari molti trasmessi dalle centrali operative del 118.

Tuttavia sottolineano i sindacalisti ci avviamo verso il picco influenzale e quindi lanciamo un nuovo appello alla cittadinanza affinchè non vengano intasati il 118 ed i pronto soccorso per tutte le problematiche che possono essere affrontate tranquillamente dalla ex guardia medica che e’ aperta h 24 fino al 7 gennaio su tutto il territorio Regionale. A Napoli inoltre è aperta anche la continuita’ assistenziale del bambino h 24  ubicata presso il presidio Annunziata.