Paura sul volo Ryanair: italiano arrestato per terrorismo. Trovati oggetti sospetti

Italiano in manette sul volo Ryanair
Italiano in manette sul volo Ryanair

Due uomini, tra cui un italiano, sono stati arrestati con l’accusa di reati terroristici. I jet della RAF sono stati costretti a scortare un volo Ryanair nel Regno Unito. I jet militari sono stati inviati per intercettare un volo passeggeri da Vienna a Londra Stansted. E’ accaduto domenica notte a seguito di una “potenziale minaccia alla sicurezza”. Secondo i rapporti, nei bagni dell’aereo sarebbero stati trovati degli oggetti sospetti.

Un portavoce di Ryanair ha dichiarato: «In linea con le procedure, il capitano ha informato le autorità britanniche e ha proseguito per Londra Stansted. L’aereo è atterrato normalmente e ha rullato fino a una stazione remota dove i passeggeri sono sbarcati in sicurezza. I passeggeri a Londra Stansted in attesa di partire per Vienna sono stati trasferiti su un aereo di riserva per ridurre al minimo il ritardo del loro volo». La polizia dell’Essex ha detto di aver arrestato due uomini sospettati di terrorismo. Si tratta di un 34enne del Kuwait e un uomo di 48 anni italiano.

Secondo quanto riporta il Guardian, l’italiano ha 48 anni e il kuwaitiano 34: entrambi erano su un volo della compagnia aerea Ryanair proveniente da Vienna. Il volo, scrive la BBC, è stato intercettato da aerei da caccia Typhoon della Royal Air Force (RAF) in seguito ad una segnalazione di una minaccia alla sicurezza a bordo.  Un’inchiesta è in corso. La polizia ha detto che i due sono stati arrestati poco dopo le 19:00 ora locale (le 20:00 in Italia) secondo l’articolo 7 della legge sul terrorismo, che permette alle forze dell’ordine di fermare, perquisire, interrogare e arrestare persone sospette che transitano nei porti e negli aeroporti del Paese.